Erasmus+, gli studenti dell’IPSIA Montenero ospiti a Lisbona

22

ipsia erasmus

Patrizia Ancora: “Il confronto con altre culture e istituzioni scolastiche diverse da quella di appartenenza è un grande stimolo per gli studenti

MONTENERO DI BISACCIA – Una delle migliori opportunità che una scuola possa dare ai suoi alunni è quella di viaggiare e scoprire il mondo, confrontarsi con altre culture e realtà scolastiche e riportare quanto appreso nel proprio territorio e contesto scolastico. L’IPSIA di Montenero da anni gravita nel circuito della rete ‘Erasmus+’, il programma dell’UE per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport in Europa e anche quest’anno, dopo il periodo di stop dovuto al Covid 19, ha dato ai suoi alunni l’opportunità di viaggiare.

Per l’annualità 2021 sono cinque i Paesi coinvolti nel programma: Italia, Lettonia, Turchia, Bulgaria e Portogallo. La scuola coordinatrice, con sede a Lisbona, è la portoghese “Escola profissional de Ciencias Geograficas”.

A rappresentare l’Italia e, in particolare il Molise e l’IPSIA di Montenero, sono stati sei ragazzi: Eva Magagnato, Lorenzo Del Grande, Patrizio Roncone, Nicolò Del Gesso (classe III), Kilian Petrilli e Angelo Zara (della classe IV) che, accompagnati dalla professoressa Marzia Iasenza (referente Erasmus+ per l’IPSIA) e il professor Simone Spadanuda.

Dal 21 al 27 novembre 2021 gli studenti sono stati ospitati a Lisbona e hanno presentato ai partner stranieri i progetti che la scuola molisana ha messo in atto negli ultimi anni quali, ad esempio i laboratori dell’IPSIA che legano tecnologia (droneporto con controllo radar da remoto) e sostenibilità per l’ambiente (costruzione in laboratorio di modellino di illuminazione stradale a risparmio energetico); senza tralasciare l’estremo legame tra IPSIA e territorio: progetti come l’illuminazione delle grotte arenarie, la costruzione del plastico dell’Anfiteatro di Larino con annesso sistema didattico digitale NFC, ed in generale i valori di tradizione ed innovazione rispettosa e sostenibile alla base dei diversi lavori presentati.

Lo scambio culturale ha riguardato anche la conoscenza dei reciproci Paesi di provenienza e gli studenti molisani hanno illustrato ai partner stranieri le eccellenze del territorio molisano oltre che quelle specifiche di Montenero di Bisaccia: la ventricina, il vino, pasta e cereali. Agli studenti stranieri è stato descritto dettagliatamente il territorio di Montenero e le sue peculiarità: i calanchi e le grotte arenarie, narrandone anche le rappresentazioni tradizionali ospitate in questi luoghi, ossia la “Passione vivente” nel periodo della Pasqua ed il “Presepe Vivente” realizzato durante le festività natalizie.

Gli studenti sono rientrati stanchi ma felici di aver ripreso la mobilità europea, che terminerà formalmente il 31/08/2023 e che vedrà, nei prossimi mesi, la venuta dei partner in Italia nel mese di marzo ed una nuova partenza, direzione Lettonia, a maggio 2022. Si proseguirà con la Bulgaria nel novembre 2022.

L’ultima tappa prevista, nell’aprile 2023, vedrà invece come ultimo paese ospitante la Turchia.

“Il nostro obiettivo è quello di poter dare ad un numero sempre maggiore di studenti l’opportunità di partecipare al Programma ‘Erasmus +’ – ha dichiarato la Dirigente Scolastica Patrizia Ancora -. Il confronto con altre culture e istituzioni scolastiche diverse da quella di appartenenza è un grande stimolo per gli studenti che in questo modo si arricchiscono si esperienze e si formano come donne e uomini oltre che come studenti”.