“Fermarono i Cieli”, lo spettacolo Sparagna e Servillo in Molise

112

sparagna servillo 19 dicembre 2022

Tre nuove date imperdibili del cartellone “Palcoscenici: il Molise è di scena” della Regione Molise insieme alla Fondazione Molise Cultura

AGNONE – Tre nuove imperdibili date della kermesse musicale “Palcoscenici: il Molise è di scena”, cartellone curato dall’Assessorato regionale alla Cultura e Turismo in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura. Sarà il musicista ed etnomusicologo Ambrogio Sparagna insieme al cantante e compositore Peppe Servillo a incantare il Teatro Italo Argentino di Agnone, il 19 dicembre alle 21, con lo spettacolo tanto atteso dal titolo “Fermarono i Cieli”.

Per l’occasione saranno proposte le “Canzoncine spirituali di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”, composizioni settecentesche spirituali in dialetto e in italiano. Molte di esse legate alle festività e ai riti del Natale, tra cui alcune famosissime quali: “Quanno nascete ninno”, “Tu scendi dalle stelle” e, appunto, “Fermarono i cieli”.

Tantissime anche le proposte in scaletta di brani composti dallo stesso Ambrogio Sparagna che verranno interpretate dalla voce Peppe Servillo.

Ad accompagnare questo incredibile duo – con la voce, l’organetto e la zampogna di Sparagna – saranno Erasmo Treglia con la sua ghironda, ciaramella e torototela, Marco Tomassi alla zampogna gigante, strumento creato ad hoc per accompagnare le canzoncine spirituali e il gruppo vocale Quarta Aumentata.

I biglietti sono acquistabili sul sito www.ciaotickets.com alla sezione Fondazione Molise Cultura, in tutti i punti vendita autorizzati al costo di 5 euro.

Lo spettacolo andrà in replica il 21 dicembre alle ore 20 nella Chiesa dell’Annunziata a Venafro e il 27 dicembre alle ore 20 nella Chiesa Madre di Campomarino. In occasione delle due repliche l’ingresso al concerto sarà gratuito, senza prenotazione.

Tutti gli eventi del cartellone sono stati fortemente voluti e portati avanti dall’Assessore alla Cultura e Turismo Vincenzo Cotugno con lo scopo di dare lustro e valore alla Regione – insieme alla Fondazione Molise Cultura – e al patrimonio culturale, musicale e paesaggistico che possiede portando in Molise nomi altisonanti del panorama nazionale e internazionale.