Ferrovie, da oggi Molise e Lazio uniti dallo ‘Swing’

129

CAMPOBASSO – Nuovi treni, più confortevoli, ma soprattutto meno disagi per i viaggiatori che da Campobasso sono diretti a Roma e viceversa. Oggi il viaggio inaugurale dello ‘Swing’, tecnicamente ‘Atr 220 Tr’, un locomotore diesel anche meno impattante sotto l’aspetto ambientale rispetto ai precedenti treni in servizio sulla tratta Molise-Lazio.

Per questa occasione alla stazione di Campobasso diverse le autorità civili, religiose e militari. Prima del disco verde, la benedizione dell’arcivescovo Giancarlo Bregantini. Poi, berretto delle Fs in testa, il Governatore Paolo di Laura Frattura, l’ assessore ai Trasporti, Pierpaolo Nagni, quasi a voler testimoniare un nuovo feeling con l’azienda, il presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Cotugno, rappresentati dell’A ssemblea regionale e il prefetto di Campobasso, Maria Guia Federico.

“Abbiamo recuperato un rapporto di qualità anche con Trenitalia – dice Frattura – l’esposizione debitoria della Regione aveva creato una situazione più che tesa”. “A dicembre 2016 – aggiunge il governatore – abbiamo azzerato il debito e come primo riscontro, l’arrivo dei nuovi treni. Visto il progetto di elettrificazione della tratta Roccaravindola-Isernia. Stiamo verificando per i prossimi treni la doppia motorizzazione, elettrica e termica, per garantire un arrivo diverso alla stazione Termini, superando così l’annoso problema del binario 21 bis. Oggi possiamo dire di aver avviato e concretizzato un nuovo rapporto Regione-Trenitalia”.