Finanziata la Green Community “Alto Molise”, il commento di Saia

34

palazzo comune agnone

AGNONE – La Green Community dell’Alto Molise è risultata prima nella graduatoria regionale del Molise ottenendo il punteggio massimo attribuibile (30/30) dalla Commissione ministeriale. Nella graduatoria nazionale, su oltre 170 proposte candidate, solo 7 hanno ottenuto il punteggio massimo e 35 sono state finanziate con l’Avviso del PNRR, tra queste la proposta Altomolisana.

Queste iniziative sono ritenute dal Ministero degli Affari Regionali dei “pilota”, in attuazione dell’omonima strategia nazionale delle Green Communities di cui all’art. 72 della Legge 221/2015, che potranno ottenere ulteriori fondi in relazione alla loro capacità di essere comunità verde.

Esprime grande soddisfazione Daniele Saia, Sindaco di Agnone Comune capofila della Green Community, per il risultato raggiunto.

“Non era né facile e né scontato arrivare primi – afferma Saia – soprattutto ottenere il massimo del punteggio. E’ stato fatto un lavoro di squadra che deve essere la norma per il nostro territorio: nessuno si salva da solo! Abbiamo faticato all’inizio per capire ruoli e compiti all’interno della compagine che si andava a candidare; ringrazio l’ASSOMAB e il suo Presidente Dr. Marco Giordano ed i Sindaci di tutti i Comuni coinvolti per la preziosa collaborazione e per aver indicato Agnone, ancora una volta, quale capofila, un ruolo che il Comune di Agnone, ancora una volta, ha esercitato con senso di responsabilità e attenzione verso il territorio. Una menzione particolare al GAL Alto Molise per il supporto tecnico e procedurale assicurato, al Direttore Mario Di Lorenzo e a tutto lo staff, che hanno coordinato la redazione del progetto, raccogliendo il contributo dei vari professionisti a partire dal Prof. Di Martino di Unimol, responsabile scientifico della Riserva ASSOMAB. Tra l’altro nel pieno delle ferie di agosto (la scadenza del bando è stata fissata al giorno 16). Questo successo non è frutto degli ultimi mesi, ma si inquadra in percorso progettuale condiviso che ha preso avvio con il GAL, poi la SNAI e gli altri strumenti di programmazione territoriale succedutisi negli anni. Oramai possiamo dirlo con una punta di orgoglio, l’Alto Molise è un territorio capace di esprimere una programmazione e una progettazione di altissimo livello, in grado di confrontarsi con aree più sviluppate del Paese.”

L’area interessata dalla Green Community è un’area di 543 chilometri quadrati. In particolare i comuni che hanno aderito alla Green Community “Alto Molise” e che ne costituiscono il territorio di riferimento sono: Agnone (Capofila), Belmonte del Sannio, Capracotta, Carovilli, Castel del Giudice, Castelverrino, Chiauci, Civitanova del Sannio, Pescolanciano, Pescopennataro, Pietrabbondante, Poggio Sannita, Roccasicura, San Pietro Avellana, Sant’Angelo del Pesco, Vastogirardi.

Le Green Communities sono comunità locali che intendono sfruttare in modo equilibrato le risorse principali di cui dispongono tra cui in primo luogo acqua, boschi e paesaggio. Sono 9 gli ambiti tematici contenuti nella proposta dell’Alto Molise per un complessivo di risorse pari a 2.631.000,00 euro. Gli ambiti di attività più rilevanti sono la gestione del patrimonio forestale, il turismo e la mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico. Una bella sfida per il territorio Altomolisano che potrà sperimentare concretamente sui 16 Comuni coinvolti.

“Da soli si fa prima, insieme si va lontano! – conclude il Sindaco di Agnone – Questo è lo spirito che deve ispirare le aggregazioni territoriali per dare speranza e fiducia per un nuovo sviluppo possibile per i territori montani”.