Fisascat Abruzzo-Molise: “Lavoratori in prima linea, aumentiamo le difese”

stefano murazzo fisascat

REGIONE – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Fisascat CISL Abruzzo-Molise: “La grave emergenza sanitaria causata dal COVID-19 pone le lavoratrici e i lavoratori del commercio, della vigilanza, dei CUP, dei Cash and Carry, degli addetti ai servizi mense e pulizie, ad un elevato rischio di contagio. A questi lavoratori oggi viene chiesto uno sforzo umano e lavorativo immane. In questi difficili giorni, proprio come il personale sanitario, stanno svolgendo un servizio essenziale per la collettività.

Tutti, in questi giorni, abbiamo assistito all’assalto dei centri commerciali, alle strutture sanitarie vicino al collasso, a situazioni al limite in cui i lavoratori sono stati esposti in prima linea.

Negli ospedali, oltre il personale sanitario, vi sono quei lavoratori che troppo spesso sono gli “invisibili” perché prestano il loro lavoro senza fare rumore; sono gli addetti mensa al servizio di manutenzione e i servizi di pulizia. Proprio quest’ultimi troppo spesso sono come fantasmi ma oggi più che mai, è evidente, che svolgono un ruolo fondamentale nel contrastare il propagarsi di questo virus, svolgendo opere di pulizia e sanificazione nelle strutture sanitarie, nelle industrie nei centri commerciali e negli enti pubblici e privati. A fronte di tanta dedizione e professionalità, purtroppo, riscontriamo, da parti di alcune aziende, una carente ottemperanza delle ultime disposizioni in materia di salute e sicurezza. Ad esempio l’assenza di barrire fisiche per gli addetti alle casse che si trovano a meno di un metro dai clienti o alla fornitura di guanti e mascherine ai lavoratori delle mense delle pulizie e della vigilanza privata, operatori che quotidianamente si trovano a contatto con l’utenza di strutture pubbliche e private, sostenendo uno sforzo che va ben oltre le loro possibilità e, talvolta, oltrepassa persino le loro competenze ordinarie.

Come Fisascat CISL Molise reputiamo gravissima questa condizione e sollecitiamo le aziende, ancora inadempienti, a ottemperare con urgenza ad adeguarsi alla normativa. Non è sufficiente limitare gli accessi o ridurre gli orari di apertura degli esercizi commerciali ma, è fondamentale intervenire in maniera efficiente e strutturale su tutte le criticità al fine di contenere il dilagare del virus e preservare sia i lavoratori che gli avventori.

É necessaria una revisione del Documento di Valutazione Rischi affinché si stabiliscano procedure che siano in grado di fronteggiare situazioni di emergenza come quella che stiamo affrontando.

Voglio esprimere la vicinanza della Fisascat CISL Molise alle lavoratrici e ai lavoratori di tutti i comparti che rappresentiamo, anche oggi siamo al loro fianco controllando e incalzando le aziende al rispetto delle regole e delle misure di urgenza adottate dal Governo.

Un sentito ringraziamento va a questi lavoratori che con la loro attività stanno contribuendo a far sì che il nostro Paese esca da questa pandemia. La Fisascat Cisl Molise c’è: siamo con voi e accanto a voi!”.