Fondi per scuole più sicure: un accordo fra Comune e Regione Molise

CAMPOBASSO – Stanziati dieci milioni e 400mila euro per la sicurezza delle scuole

Dieci milioni e 400mila euro per la sicurezza delle scuole. Questa la risposta concreta che l’amministrazione guidata dal sindaco Antonio Battista dà alla città in fatto di scuole sicure. La proposta di deliberazione è stata approvata oggi dall’esecutivo di Palazzo San Giorgio e prevede nello specifico sei interventi di grosso spessore che andranno a potenziare il patrimonio scolastico che sarà in buona parte rinnovato.

L’ingente somma sarà elargita dalla Regione: si tratta di risorse Fas 2000/2006 che riguardano la riprogrammazione dei progetti a rischio definanziamento.

Numerosi saranno gli interventi interventi: per la costruzione della palestra a servizio della Scuola Media Petrone e dell’Istituto Agrario è stato messo in campo un finanziamento di 1.150.000 Euro; per il Polo Scolastico Via Crispi, Colozza, Via D’Amato – lotto B ci sono 1 milione e 100mila euro.

Ammonta invece a 700mila euro l’importo previsto per il Polo Scolastico di via Crispi-Colozza-via D’Amato per demolizione, progettazione, acquisto arredi- lotto A; 1.200.000 Euro per la realizzazione della nuova Scuola Elementare Mascione; per il Polo Didattico Infanzia/Primaria Cep ci sono fondi per 4.250.000 euro e infine 2 milioni di Euro sono previsti per la sistemazione della Scuola Elementare di via Roma.

Si tratta di un Accordo di Programma tra il Comune e la Regione Molise alla quale è stato chiesto di modificare il vecchio accordo stipulato il 7 novembre del 2011 denominato “Sistema Scuole sicure, città, mobilità cittadina”. Gli interventi in oggetto, per i quali non è prevista alcuna quota di cofinanziamento comunale, saranno inseriti nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2016-2018.

Sottolinea il Sindaco Antonio Battista:

Lo sciame sismico che ha interessato e continua ad interessare la nostra regione ha riportato l’attenzione sulla sicurezza delle scuole spingendo l’amministrazione a rivedere le priorità e a privilegiare la realizzazione di nuovi plessi scolastici che rispondono ai moderni criteri di sicurezza e che offrono ambienti accoglienti per gli alunni e i loro insegnanti. Una risposta concreta quella che la mia amministrazione vuole dare alla città attraverso sei interventi che ridisegneranno la mappa del patrimonio edilizio-scolastico di Campobasso e che daranno ai quartieri interessati e all’intero capoluogo quelle risposte in fatto di scuole sicure che si attendono da tempo“.