Frattura: “Tutto pronto per il centro antiviolenza sulle donne”

101

Laura FratturaCAMPOBASSO – “L’impegno della Regione Molise nella tutela delle donne vittime di violenza, avviato a ottobre 2013 con l’approvazione della legge regionale di contrasto alla violenza di genere, proprio nello scorso mese si è arricchito di un altro passo, concreto e determinante nelle attività previste per la tutela delle vittime di abusi e soprusi. Del 29 settembre la determina della nostra Direzione generale della salute relativa alla convenzione con il Comune di Campobasso per realizzazione e gestione di un centro antiviolenza e di una casa rifugio per l’assistenza a donne, sole o con figli minori, vittime di violenza”.

E’ quanto dichiara, in una nota, il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura (foto).

“Ad agosto è stato il Comune capoluogo, con l’Ambito territoriale sociale di riferimento, ad aggiudicarsi l’avviso pubblico relativo agli interventi per il centro. Per le attività previste abbiamo appostato in bilancio 188.121,80 euro, 88.121,80 provengono dall’assegnazione stabilita con l’intesa sancita in Conferenza Stato-Regioni in merito al Piano nazionale antiviolenza. Come Regione, a riprova dell’attenzione che diamo al tema, abbiamo stanziato i restanti 100 mila euro. Questi fondi saranno erogati, nelle modalità indicate dall’avviso, al Comune di Campobasso, cui il 6 ottobre è stata trasmessa la convenzione per la relativa sottoscrizione. È tutto pronto perché la rete antiviolenza sia operativa in tempi strettissimi”.

“Ci rammarica – prosegue Frattura – non avere proceduto al progressivo e puntuale aggiornamento con il Dipartimento delle pari opportunità. Lo faremo con la ministra Maria Elena Boschi al prossimo Tavolo di confronto e coordinamento: sarà l’occasione per rafforzare le sinergie verso una problematica così delicata e meritoria di azioni come quelle che abbiamo messo in campo. Già con il Tavolo di coordinamento regionale stiamo procedendo per valutare scelte utili alla programmazione al fine di monitorare lo stato di attuazione degli interventi nel nostro Molise. In questa direzione vanno anche gli ultimi provvedimenti che abbiamo assunto: a sistema un’offerta di servizi stabili, in grado di offrire risposte qualificate alle donne in situazione di difficoltà”.