I giovani e il nuovo Dpcm, la Makeup Artist: “Ho dovuto rinviare alcuni progetti ma non mi perdo d’animo”

150

TERMOLI – Il Dpcm entrato in vigore all’inizio di questa settimana costringe diversi giovani a non poter lavorare o comunque a dover rallentare la propria attività per ragioni legate all’emergenza sanitaria. Abbiamo incontrato nuovamente la termolese Fiorenza Lacerenza, Makeup Artist, per riflettere con lei sugli sviluppi, in ambito lavorativo, di questo decreto del governo.

“Con l’intenzione di lanciarmi in questa professione – ci racconta Fiorenza, 28 anni – ho frequentato alcuni corsi, conseguendo varie qualifiche. Ero pronta per intraprendere questa nuova avventura. Mi sono messa alla ricerca di un locale nella mia zona, e ne ho trovati un paio che mi piacevano molto perché si adattavano alle mie esigenze. Nel mentre ho collaborato con vari centri estetici della mia città. Io non sono un’estetista, ma una Makeup Artist qualificata anche in lavori di estetica quali Extension ciglia e Microblading, mentre l’estetista, di base, svolge altri lavori quali manicure, pedicure, cerette e pulizie viso. Quindi, affiancandomi, i vari centri avrebbero potuto offrire anche dei servizi in più”.

Poi, però, è successo qualcosa, legato proprio a ciò che si stava verificando in ambito nazionale: “Mi sono confrontata con alcuni professionisti del settore, che mi hanno vivamente sconsigliato di avviare le pratiche per un’apertura, causa Covid e imminente lockdown o semi lockdown. Nel mio lavoro il contatto fisico con il cliente è necessario: per operare mi trovo ad una distanza di 20 centimetri dal viso, e quindi per il momento sono stata costretta a rimandare al 2021 l’apertura del mio locale”.

Fiorenza non si perde d’animo, ma per il momento deve aspettare: “Ho bloccato gli appuntamenti e sto finendo di svolgere quelli già presi in precedenza perché non offro servizi necessari, vitali, anzi. La salute viene prima di tutto e, se nel mio piccolo sono costretta a fare dei sacrifici e a stringere la cinghia anch’io per la mia città, lo faccio ben volentieri. Sono d’accordo con il nuovo decreto, a patto che venga rispettato in tutto e per tutto, con aiuti finanziari alle categorie più colpite”.

E così Fiorenza si è rimessa a studiare, in attesa di tempi migliori: “Sto facendo alcuni corsi online di strategie di marketing. Mi piace lavorare e farmi conoscere tramite i social, così sto seguendo questo percorso formativo, in modo tale che quando tutto sarà finito (perché finirà, prima o poi) avrò anche una formazione base su come attuare queste strategie, sempre tramite i social”.