“I salotti di ArTaMo”, svolto il primo incontro a Campobasso

15

salotti artamo

CAMPOBASSO – Il giorno 9 marzo, presso la Biblioteca di palazzo D’Aimmo, si è tenuto il primo incontro del seminario “I salotti di ArTaMo” patrocinato dal Consiglio regionale. L’evento si è aperto con la presentazione della presidente La Selva Maria Grazia, descrivendo gli obiettivi che l’associazione ArTaMo, Arte, Talenti, Moda intende perseguire attraverso le sue attività. Il primo intervento è stato condotto da Samantha Esse, designer progettista e direttrice dell’Istituto professione Moda di Campobasso e di Napoli, che ha trasportato i presenti all’epoca di Cleopatra e delle regine d’Egitto attraverso una descrizione sociale del ruolo delle donne di quei tempi.

A seguire Stefania Di Claudio organizzatrice di eventi fashion, ha descritto la vita e l’habitus di Giovanna d’arco, un’icona storica, che ha fatto della fede e del coraggio, le parole chiave per portare avanti idee, sogni e concretezza di un popolo che aveva sete di giustizia e libertà. Avvicinandoci poi alla moda con l’intervento di Daniela Del Gobbo che, tra le sue esperienze di product design specializzandosi sul denim, annovera collaborazioni con noti brand made in Italy fra cui Pinko e Blumarine, ha ripercorso la vita e lo stile di Coco Chanel. La più nota stilista del 900 che ha rivoluzionato il concetto di eleganza e riscritto i canoni di una femminilità essenziale, sobria e raffinata introducendo nuova consapevolezza nelle donne attraverso le sue creazioni e il suo esempio di vita “resiliente”. Tania Gentile, avvocato cassazionista del foro di Campobasso e consigliera di parità presso il comitato delle pari opportunità dell’Ordine degli avvocati di Campobasso, ha chiuso gli interventi con la storia del giudice Ruth Bader Ginsburg, pioniera di importantissime conquiste. Una forza di volontà che, unita al metodo, è stata determinante per le sue vittorie e per un importante cambiamento.

L’evento è stato valorizzato dalla descrizione di creazioni artigianali di bigiotteria che hanno celebrato lo stile delle donne descritte dalle relatrici. L’artista Beatrice Matalone, insieme  alla figlia ha realizzato per l’evento oggetti con materiali non preziosi quali: ottone, rame, alluminio, acciaio, resina, pietre dure semipreziose. La presidente si dice soddisfatta della grande partecipazione al primo incontro a cui ne seguiranno altri e ringrazio tutte le relatrici e le socie fondatrici Antonia Martello e Federica Salati che hanno partecipato alla organizzazione dell’evento.