Il vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, Gianfranco De Luca, resta vicino alla comunità dei fedeli

48
Il Vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, Mons. Gianfranco De Luca

TERMOLI – Il vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, Gianfranco De Luca, vuole restare vicino alla comunità dei fedeli del Basso Molise in questo periodo di emergenza dovuta al coronavirus, e per tale motivo oggi, 19 marzo, in occasione della festa di San Giuseppe la comunità diocesana si unirà a tutte le Chiese d’Italia per aderire al momento di preghiera per tutto il Paese, invitando ogni famiglia, ogni fedele, ogni comunità religiosa a recitare in casa il rosario, simbolicamente uniti, alla stessa ora: alle ore 21.

Alle finestre delle case si propone di esporre un piccolo drappo bianco o una candela accesa. Domenica 22 marzo, alle ore 10, il Vescovo celebrerà la Santa messa al Santuario diocesano della Madonna della Difesa a Casacalenda. Mons. De Luca, infine, richiama alla responsabilità e al rispetto di tutte le prescrizioni necessarie ricordando sempre che “nella costruzione del bene comune c’è anche il nostro bene e che la specificità di ciascuno va accolta e vissuta nell’orizzonte dell’insieme. A tutte le comunità il Vescovo ha rinnovato la Santa benedizione”.

RICORDIAMO LE INDICAZIONI DEL NUOVO DECRETO FINO AL 3 APRILE 2020

  1. È confermata la sospensione delle Messe Feriali e festive pubbliche e delle altre celebrazioni, la chiusura degli oratori e la sospensione attività catechistiche e formative di qualsiasi genere fino a nuova comunicazione;
  1. Le chiese restino aperte perché chi desidera possa fermarsi per un momento di preghiera privata;
  1. È sospesa in tutta la Diocesi la celebrazione dei funerali. I sacerdoti sono invitati a spiegare ai parenti la situazione di emergenza che stiamo vivendo. Ci si potrà limitare a un breve momento di preghiera e di benedizione fatta direttamente al Cimitero, con la presenza dei soli familiari. Tale limitazione venga fatta scrivere anche sugli annunci funebri. Ad emergenza superata si potrà programmare con i parenti la celebrazione di una messa di suffragio alla presenza della comunità;
  1. È sospesa la celebrazione pubblica anche degli altri sacramenti che normalmente non vengono celebrati in quaresima;
  1. Gli uffici della Curia restano comunque aperti ma i fedeli sono invitati, per eventuali urgenze, a telefonare nei giorni e orari di apertura: lunedì-mercoledì-venerdì ore 9-12 (0875707148);
  1. A tutti i parroci viene chiesta la convinta adesione a queste indicazioni, in spirito di collaborazione con la pubblica autorità, a tutela della salute pubblica in questo momento di emergenza.