Isernia, controlli nel weekend: ritirate tre patenti

Controlli straordinari in tutta la provincia, eseguite numerose perquisizioni e accertate violazioni in materia di sicurezza stradale

foto cinofili 2ISERNIA – Durante il fine settimana servizi straordinari di controllo del territorio sono stati predisposti dai Carabinieri in tutta la provincia di Isernia, al fine di contrastare ogni forma di criminalità e di illegalità.

Ad agire pattuglie dei Nuclei Operativi e Radiomobile e delle Stazioni, appartenenti alle Compagnie Carabinieri di Isernia, Venafro ed Agnone, affiancate da personale del Nucleo Investigativo Provinciale e da unità Cinofile antidroga.

Il bilancio delle operazioni è stato di centocinquanta veicoli controllati, identificate centottanta persone tra conducenti e passeggeri, quindici le violazioni riscontrate in materia di codice della strada, ritirate tre patenti di guida e sottoposti a sequestro quattro veicoli poiché messi in circolazione privi di copertura assicurativa.

Dodici gli alcoltest eseguiti per accertare un eventuale guida in stato di ebrezza alcolica da parte dei conducenti, mentre numerose sono state le perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva.

Venticinque pregiudicati attualmente sottoposti a misure cautelari o di prevenzione nei cui confronti sono stati effettuati controlli sul regolare rispetto delle prescrizioni imposte dalle competenti Autorità Giudiziaria e di Pubblica Sicurezza.

Infine eseguiti accertamenti amministrativi e in materia igienico-sanitaria presso nove locali pubblici di intrattenimento anche nel corso della notte.

Specchio riepilogativo di alcuni dati salienti inerenti i risultati conseguiti nel corso del week-end durante i controlli dei Carabinieri in provincia di Isernia:

Persone identificate
Nr. 180
Mezzi controllati
Nr. 150
Violazioni al c.d.s.
Nr. 15
Patenti ritirate
Nr. 3
Veicoli sottoposti a sequestro
Nr. 4
Persone sottoposte a misure cautelari o di prevenzione controllate
Nr. 25
Alcoltest eseguiti
Nr. 12
Locali pubblici ispezionati
Nr. 9