Isernia, Tribunale: Greco sollecita provvedimenti per la sicurezza

32

Tribunale Isernia

Il Consigliere regionale, visti i casi positivi in Tribunale, ha inviato un sollecito all’ASREM di Campobasso perchè si attivi a predisporre strumenti idonei

ISERNIA – In data di ieri, è pervenuta per conoscenza al Presidente del Tribunale di Isernia una nota di sollecito a firma del Consigliere regionale Dott. Andrea Greco, datata 05.11.2020 e diretta ai Direttori responsabili dell’ASREM di Campobasso, con la quale, premessa la vicenda connessa alla prima accertata positività al covid-19 di un dipendente del Tribunale di Isernia (vicenda fatta oggetto anche di apposito provvedimento del Presidente del Tribunale prot. 1962 del 20.10.2020, comunicato a vari enti ed organi e pubblicato sul sito web del Tribunale), si “invita e sollecita il Direttore Generale, Dott. Oreste Florenzano, ad attivarsi immediatamente affinché si provveda ad adottare tutti i provvedimenti e predisporre tutti gli strumenti volti a garantire la tutela del personale operante nel settore giustizia per consentire la continua ed efficace funzione giurisdizionale nei Palazzi di Giustizia del Molise”.

In proposito, nel prendere atto del positivo interessamento a tutela degli operatori del diritto espresso con la predetta nota di sollecito, corre l’obbligo di precisare che, a parte le criticità iniziali nel confronto con l’ASREM (come riportate pure nel predetto provvedimento del Presidente del Tribunale), essendo pervenute nei giorni immediatamente a seguire le segnalazioni di altri tre casi di positività al covid-19, venne immediatamente convocata la Conferenza Permanente, con la partecipazione non solo degli scriventi componenti di diritto, ma anche in via straordinaria del Medico Competente, del RSPP e dello stesso Direttore Generale dell’ASREM, nella quale fu decisa la chiusura del Palazzo di Giustizia per una settimana al fine dell’esecuzione da parte di quest’ultima di tamponi molecolari a tutti i magistrati ed il personale amministrativo del Tribunale, della Procura della Repubblica (inclusa la PG), dell’Ufficio del Giudice di Pace di Isernia, dell’UNEP ed agli addetti alla vigilanza del Palazzo di Giustizia, tamponi poi effettivamente eseguiti. Tale chiusura è stata poi prorogata una prima volta per un’altra settimana al fine di attendere l’esito di tutti i tamponi ed una seconda volta (fino al prossimo 14.11.2020) per l’esecuzione da parte dell’ASREM di un secondo controllo generale con test sieroligici rapidi al fine di evitare che eventuali soggetti già risultati negativi, ma che poi al successivo test dovessero risultare positivi, possano nelle more tornare in ufficio e contagiare altre persone.