La Molisana Magnolia B – San Raffaele Roma, la presentazione del match

36
francesca baldassarre
Francesca Baldassarre – photocredit: Maurizio Silla

Le indicazioni del tecnico Franco Ghilardi: «Entusiasmo e tenacia le chiavi per conquistare i due punti»

CAMPOBASSO – Prende il via nella prima domenica di marzo la seconda fase – la pool promozione – del torneo di serie B per il gruppo junior La Molisana Magnolia Campobasso. I #fiorellinidacciaio, al via con gli altri tre team del proprio girone – quello A – di prima fase (Roseto, Terni ed Aprilia), si troveranno ad affrontare le prime quattro formazioni della poule ‘B’. Le rossoblù inizieranno il loro percorso nello scenario dell’Arena ospitando il San Raffaele Roma. Poi, in successione, ci saranno altri tre incroci capitolini: con l’Esquilino (andata nell’Urbe il 29 marzo), la Stella Azzurra (prima in Molise il 20 marzo) ed il Basket Roma (il 31 marzo in esterna con la chiusura, tra le mura amiche, il 30 aprile alle 17) e la qualificazione delle prime quattro alla terza fase con semifinali (su andata e ritorno) e poi doppia finale in campo neutro (tra le vincenti per i primi due posti, tra le perdenti per il terzo) che designerà i tre club poi impegnati nel round nazionale di accesso all’A2.

Dalla sua, il quintetto rossoblù è nel gruppo di quattro squadre a quota sei, figurando sesta nella classifica avulsa per il quoziente canestri, all’inseguimento delle leader Roseto e Stella Azzura attestate a quota dieci con San Raffaele ed Aprilia che chiudono con due punti all’attivo (ogni squadra porta con sé i risultati dei confronti con le altre protagoniste della pool playoff).

DOMICILIO INVIOLATO – Le campobassane scenderanno sul parquet con l’obiettivo di mantenere inviolato il proprio impianto (tra le mura amiche per le rossoblù sono arrivati sette referti rosa in altrettante occasioni, sei però le effettive gare disputate per la rinuncia dell’Aprilia).

«In questa seconda fase – spiega il coach delle campobassane Franco Ghilardi – non abbiamo rispetto ad altri club impellenze particolari nel dover necessariamente centrare il risultato, però cercheremo di raccogliere il meglio ed il massimo, proseguendo nel nostro lavoro di crescita, individuale e collettiva».

AVVICINAMENTO ‘PARTICOLARE’ – Dalla loro, peraltro, le ‘giovani magnolie’ hanno avuto un avvicinamento alla contesa su più fronti con il coach Ghilardi ed alcuni elementi (quattro nello specifico) impegnati nella doppia trasferta con l’A1 e gli altri otto elementi del roster che hanno svolto i ‘compiti a casa’ prima di ritrovarsi tutti assieme e domenica.

«Dovremmo però avere qualche assenza – aggiunge il tecnico – ma siamo pronti a dare il massimo in quella che sarà la nostra effettiva conformazione».

FRONTE AVVERSO – Di fronte, il San Raffaele – ai blocchi di partenza con lo stesso score (sei punti) dei #fiorellinidacciaio ed un quoziente canestri leggermente superiore – è «un mix di giovani interessanti e qualche elemento di esperienza. Tra le under, in particolare, ci sono due elementi come Cupellaro e Zappellini che ho avuto modo di allenare in alcuni camp estivi, nonché giocatrici con alle spalle un background di rilievo come Panariti, Ciaccioni e Grattarola. Parliamo di un club che ha fatto anche l’A2 (sfidò proprio le rossoblù nella loro prima stagione, ndr) e, a livello giovanile, ha centrato anche risultati di prima fascia in campo nazionale».

PIANO PARTITA – In tal senso, per Ghilardi, contro le capitoline «occorrerà dar vita ad un match fatto di entusiasmo e tenacia, puntando a limitare il loro gioco fatto di gran ritmo, facendo leva sul nostro orgoglio».

ISTRUZIONI PER L’USO – Per la gara, con palla a due alle ore 18.30 ed arbitri il sanseverese Colio ed il foggiano Di Pietro, previsto, come in passato, l’ingresso libero all’Arena con la prescrizione del rispetto di tutte le normative di contenimento della pandemia da Covid-19 (in primis, essendo un match indoor, l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di tipologia FFP2).