La Molisana Magnolia – Lucca in diretta: dove seguire la partita

15
valeria battisodo
Valeria Battisodo – photocredit: Maurizio Silla

Coach Sabatelli traccia la linea d’azione per il suo gruppo: «Limitare la loro energia ed attaccare con equilibrio»

CAMPOBASSO – Il tempo dei test e degli esperimenti è finito. Da questo fine settimana la Techfind Serie A1 di basket femminile inizia la sua marcia che porterà sino all’assegnazione dello scudetto edizione 2022/23. E, come da tradizione, sarà una sede unica – nella circostanza il PalaCus di Cagliari – ad ospitare, nel novero dell’Opening Day, le sette gare della prima giornata.

Per La Molisana Magnolia Campobasso ci sarà quello che – con tutta probabilità – è il big match della prima giornata: il confronto che pone nominalmente i #fioridacciaio come formazione ospitante pronta a sfidare Lucca, rispettivamente seste le rossoblù e quinte le toscane nella passata stagione.

FELICITÀ DA RIRPARTENZA – Il rimettersi in marcia con gare dal verdetto effettivo (i due punti per il successo) rappresenta – per il coach delle campobassane Mimmo Sabatelli – un’occasione di «contentezza perché, dopo sei settimane di lavoro precampionato, è normale che manchi l’adrenalina che solo gli impegni ufficiali sanno dare. A fronte della felicità di riprendere, c’è anche la consapevolezza di dover affrontare una gara per nulla semplice in quello che sarà un avvio di campionato intenso».

TOSCANE ALL’ORIZZONTE – Sull’altro fronte le campobassane troveranno un’avversaria che – in quattro precedenti – ha vinto le ultime tre gare disputate con le rossoblù con un trainer, Luca Andreoli, storicamente indigesto al club del capoluogo di regione, mai andato a segno contro le sue squadre.

Dalla loro, le toscane – pur mutando totalmente il gruppo delle straniere – hanno confermato lo zoccolo duro delle italiane (Natali, Parmesani, Miccoli, Gilli e Frustaci) cui hanno aggiunto, sfruttando quanto concesso dal regolamento, due statunitensi, e cioè Morrison ed Agnew, e due europee, l’olandese Treffers e la finlandese Tulonen, nonché sul versante delle italiane l’ex Faenza Cappellotto.

«Contro Schio in Supercoppa – spiega Sabatelli – hanno dato vita ad una gara notevole, creando più di una difficoltà alle venete, motivo per cui sarà determinante farci trovare pronti a ribattere colpo su colpo, come del resto sarà anche nelle altre due trasferte in successione da cui saremo attesi nel giro di una settimana».

CHIMICA DI SQUADRA – Il gruppo rossoblù, che volerà al sabato mattina alla volta di Cagliari (in virtù dell’impegno fissato domenica pomeriggio), è «in buone condizioni – parole e musica ancora del trainer campobassano – ed ha lavorato bene nell’ultima settimana. Sono state delle sedute proficue in cui abbiamo provato ad inserire appieno nei nostri meccanismi l’ultima arrivata Perry, che deve ancora pienamente integrarsi col resto del gruppo e proseguire nel suo lavoro di stabilizzazione fisica, ma questo è un aspetto che conoscevamo. Sarà della contesa e la impiegheremo per quelle che saranno le sue potenzialità attuali».

Tra le magnolie, a vivere una gara nella gara saranno le due ex di giornata: la playmaker Valeria Battisodo (che in Toscana ha vinto anche uno scudetto) e l’ala-pivot Giuditta Nicolodi.

ASPETTI TATTICI – Più concretamente, sul versante del piano partita, contro Lucca «servirà una Magnolia che sia brava a limitare la loro voglia di giocare in transizione e velocità. Sarà determinante tenere a bada la loro energia ed in attacco riuscire a trovare le giuste soluzioni, cercando il bilanciamento tra perimetro ed area per trovare tiri aperti o comunque ad alta percentuale».

«Determinante sarà poi concentrarsi solo su questo match – chiosa Sabatelli – e non avere retropensieri sulle trasferte di Venezia e Sesto San Giovanni perché significherebbe commettere il più grande errore possibile. Il mantra di ‘una partita alla volta’, che ci ha fatto compagnia nello scorso torneo, dovrà essere un fedele compagno di viaggio anche nell’attuale campionato. Pertanto, al momento, testa unicamente a Lucca».

MOTIVI A LATERE – La Molisana Magnolia Campobasso-Lucca sarà la seconda delle tre partite del programma domenicale (la sesta, e penultima, del programma complessivo). Con palla a due alle ore 16.15, la gara sarà diretta dalla terna arbitrale composta da Marco Rudellat di Nuoro, dall’estense Claudia Ferrara e dalla partenopea Arianna Del Gaudio. La gara sarà trasmessa ‘in chiaro’ in streaming sulla piattaforma Lbftv, così come visibile a tutti sarà la trasferta lagunare di mercoledì al Taliercio di Venezia, che verrà irradiata anche in diretta televisiva satellitare su MsChannel (il network partner di Lega).

PREMI SARDI – L’Opening Day di Magnolia, peraltro, si è aperto ben prima di scendere sul parquet col premio tributato alla presidente Antonella Palmieri quale miglior dirigente dell’A1 femminile nel novero della serata degli oscar Lbf. Un ulteriore riconoscimento in casa rossoblù – quello per la miglior giovane riservato all’ala Blanca Quiñonez – sarà consegnato alla giocatrice sudamericana poco prima del match con Lucca in una domenica in cui finirà sotto i riflettori anche l’ala statunitense Robyn Parks protagonista del format di Lega ‘High Five’, intervista di approfondimento a tutto tondo.

FIORELLINI TOSCANI – Ulteriori soddisfazioni in rossoblù, peraltro, arrivano anche da Chianciano Terme, in Toscana, sede del trofeo Coni. Nel torneo di basket 3×3 a rappresentare il comitato olimpico territoriale e la delegazione molisana della Federbasket quattro #fiorellinidacciaio, ossia Francesca Baldassarre, Claudia Di Quinzio, Elena Oddis e Giorgia Sammartino. Per loro l’accesso ai quarti di finale del sabato, dopo un venerdì da leonesse con il successo nel gruppo B di qualificazione ottenendo tre successi in altrettante sfide disputate contro Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Liguria.