La Molisana Magnolia – San Martino di Lupari: dove vedere la diretta

25
parks spacca difesa moncalieri
Parks spacca la difesa di Moncalieri

Le indicazioni di coach Mimmo Sabatelli: «Sono una formazione di energia e transizione, servirà limitarle con forza»

CAMPOBASSO – La possibilità di un riscatto immediato e la voglia di provare a dare ai propri tifosi una bella emozione in vista del Natale, cercando di invertire una tendenza sinora infelice contro il quintetto giallonero. Determinata ad andare oltre la recente battuta d’arresto di domenica a Moncalieri, La Molisana Magnolia Campobasso è pronta a scendere sul parquet amico dell’Arena per sfidare il team veneto del San Martino di Lupari, avversaria storicamente ostica per i #fioridacciaio che, tra prima squadra e formazioni giovanili, non sono mai riusciti a portare a casa un referto rosa contro le lupe.

SERALE INFRASETTIMANALE – Nell’ultimo mercoledì prima del Natale con palla a due prevista per le ore 20.30 le rossoblù arriveranno alla contesa con l’animo di chi vuol dimostrare che il passaggio a vuoto in Piemonte ha rappresentato unicamente una brutta parentesi in un percorso, complessivamente, molto concreto. Già qualificate matematicamente per la Final Eight di Coppa Italia, dopo questa contesa le campobassane conosceranno l’effettiva posizione al giro di boa. Attualmente seste, nella peggiore delle ipotesi potrebbero ritrovarsi settime o addirittura ottave.

«Senz’altro – riconosce alla vigilia il coach rossoblù Mimmo Sabatelli – l’opportunità di poter rigiocare subito rappresenta uno stimolo non da poco per il gruppo, dall’altra parte però c’è anche il poco tempo a disposizione per poter preparare la contesa ed incidere a livello complessivo su quelle situazioni poco felici emerse a Moncalieri».

AVVERSARIA OSTICA – Reduci dal derby interno contro la Reyer Venezia, gara in cui è mancato sì il conforto del risultato, ma che ha visto le giallonere creare più di qualche difficoltà alle lagunari, il San Martino di Lupari, team affidato all’esperto tecnico Lorenzo Serventi, è formazione a forte trazione tricolore presentando una sola statunitense Delicia Washington, due europee che ben conoscono la massima serie nazionale come la polacca Kaczmarczyk e la croata Dedic, ma soprattutto un nucleo italiano che rappresenta la colonna portante delle rotazioni del team come quello composto dalla play Ilaria Milazzo, dalla guardia Francesca Russo (nel giro dell’Italbasket 3×3) e dalle ali Marta Verona e Silvia Pastrello. Accanto a loro tante millennial, molte delle quali prodotti del florido vivaio giallonero.

Proprio in virtù di una tradizione non proprio felice per le sue, il tecnico delle magnolie Sabatelli mette con forza in guardia le sue: «È una gara complicata, ne siamo consapevoli, anche perché San Martino di Lupari ha tutte le carte in regola per creare problematiche: la stessa Venezia, domenica, si è potuta rendere conto del loro potenziale. In altri termini, non sarà un impegno per nulla semplice».

Aggiungendo anche: «Parliamo di una formazione che ha tradizione e che ha una base di giocatrici italiane che è comunque nel giro della nazionale. Un tecnico come Serventi è un allenatore esperto e saprà crearci delle difficoltà, dovremo avere la prontezza di disinnescare tutti i pericoli».

SESTE ALLA META – Priorità assoluta, in effetti, per le magnolie sarà quella di provare a conservare l’attuale sesto posto.

«Al di là di qualsiasi considerazione legata al ranking, siamo reduci da una brutta prestazione e vogliamo riprendere il nostro cammino che si è interrotto negli ultimi due turni e che ci ha visto uscire sconfitti a Moncalieri al termine di una brutta prestazione. Sappiamo che abbiamo tanti aspetti da dover migliorare e c’è in tutte la volontà di farlo appieno».

PIANO PARTITA – Nel frattempo, però, c’è da concentrarsi sulla sfida al San Martino di Lupari e sulla volontà di disinnescare «una squadra che fa dell’energia la sua chiave di volta. Sono molto temibile e rapide nelle transizioni offensive. Milazzo è elemento in grado di numeri di rilievo, Russo è rientrata da alcune problematiche fisiche, Pastrello ha tanta intensità difensiva. Nel complesso corrono tanto e tutte e, da parte nostra, sarà determinante non farci prendere dagli errori in attacco che commettiamo quando giochiamo con eccessiva fretta. Per il resto, sarà determinante tenere saldo il nostro grimaldello tattico: ossia la difesa, cercando di limitare al meglio le loro giocate».

GARA IN CHIARO – Il confronto tra le magnolie e le lupe rappresenterà il match ‘in chiaro’ dell’ultima di andata con diretta televisiva satellitare su Ms Channel (canale 814 del bouquet di Sky e comunque ricevibile sulle polarizzazioni del satellite Hotbird, tredici gradi ad Est), nonché diretta streaming gratuita su Lbftv (il servizio specifico della Lega Basket Femminile) e sulla piattaforma Twitch di Italbasket (il canale della Federazione).

A dirigere le operazioni designata una terna tutta al maschile formata dall’estense Francesco Terranova, dal forlivese Edoardo Ugolini e dal ciociaro Mirko Picchi.