Larino, chiusura anticipata dei pubblici esercizi e altri divieti: l’ordinanza 25

54

comune larinoLARINO – Il Sindaco di Larino, Giuseppe Puchetti, ha emanato l’ordinanza n. 26 in data 25 maggio 2020 che dispone: la chiusura anticipata dei pubblici esercizi (bar) alle ore 23,00 di tutti i giorni della settimana. Inoltre prevede il divieto di bevande alcoliche e superalcoliche da asporto, nonché l’utilizzo di bottiglie di vetro nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico dalle ore 20,00 alle 06,00 del giorno successivo. Dove non sia possibile assicurare il rispetto della distanza minima di sicurezza di un metro, imporre l’obbligo dell’utilizzo dei sistemi di protezione previsti ex art art. 3, commi 2,3 e 4 del DPCM del 17/05/2020 in tutti i casi di stazionamento nelle vie e piazze del centro cittadino, fermo restando il divieto di assembramento.

Sempre ieri è stata firmata anche l’ordinanza n. 25 che fa a rettificare la n. 24 del 22 maggio e che riguarda l’orario di chiusura delle attività commerciali il 26 maggio e 2 giugno 2020. Si legge di seguito:

“Premesso che con propria precedente ordinanza la n. 24 del 22 maggio 2020, si disponeva la chiusura di tutti gli esercizi commerciali nelle giornate predette, fatta eccezione per le farmacie, parafarmacie, esercizi destinati alla sola vendita di prodotti sanitari nonché bar, pizzerie e ristoranti. Considerato che la volontà era quella di chiudere il 26 maggio e 2 giugno 2020 soltanto le medie strutture di vendita di generi alimentari, cioè gli esercizi commerciali con superficie superiore a 150 mq, onde evitare assembramenti in violazione delle attuali disposizioni governative.
DISPONE
Per quanto in premessa, la rettifica dell’ordinanza n. 24 sopra indicata con decorrenza immediata, con la chiusura delle medie strutture di vendita di generi alimentari”.