Lavori nelle scuole a Campobasso, verso la consegna delle aule

53

banchi di scuolaPraitano: “Il sistema scolastico è stato messo a dura prova negli ultimi tre mesi. In corso gli ultimi lavori di edilizia leggera ed entro un paio di giorni consegneremo le aule ai dirigenti scolastici”

CAMPOBASSO – L’assessore all’Istruzione del Comune di Campobasso, Luca Praitano, durante l’ultima riunione dell’apposita commissione consiliare svoltasi lunedì pomeriggio, ha rappresentato lo stato di avanzamento dei lavori nelle scuole di Campobasso.

Qualche intervento di edilizia leggera è terminato ed altri finiranno tra oggi e domani, in modo da consegnare le aule ai dirigenti scolastici per pulizie, sanificazione e apposizione di tutte le indicazioni e le raccomandazioni previste.

“Il sistema scolastico è stato messo a dura prova negli ultimi tre mesi. Un periodo di grande incertezza in cui non ci si è risparmiati, cercando di garantire “scuola in presenza” e in sicurezza. – ha dichiarato a margine della commissione l’assessore Praitano – C’è chi ritiene che, dopo diversi mesi di inattività, si sarebbe potuto fare meglio e di più, ma spesso si dimentica che molto dipende dalle norme, che non sempre agevolano la tempestività delle azioni, dalla congruità e dalla celerità dei finanziamenti. Senza dimenticare che ai vecchi problemi dovuti alla chiusura di molte scuole si è aggiunto il carico delle incombenze imposte per limitare i pericoli.

Non nascondo che avrei preferito avere una decina di giorni in più, come richiesto in uno dei tavoli regionali in tempi non sospetti. – ha aggiunto l’assessore – Tuttavia è oramai chiaro che le lezioni in Molise riprenderanno il giorno 14 e questo sarà possibile soltanto perché ci sono state decine di persone che hanno lavorato incessantemente, impegnate in uno sforzo organizzativo senza precedenti. Persone che voglio ringraziare perché con il loro contribuito hanno dimostrato, anche in questo caso, uno straordinario attaccamento all’istituzione scolastica”.

Tornando su quanto si sta facendo come Comune per consegnare le aule ai dirigenti scolastici, Praitano ha sottolineato come alcuni cambiamenti strutturali operati per ridurre i rischi di contagio saranno permanenti, mentre altri si sono resi necessari per offrire spazi idonei agli studenti, in certi casi a discapito della territorialità dei plessi scolastici.

“È evidente che, superata l’emergenza, si dovrà ristabilire l’equilibrio che si è creato negli ultimi anni riguardo alle iscrizioni ai diversi comprensivi, evitando di lasciare scoperte intere zone della città. – ha voluto precisare Praitano – Per diminuire al minimo i disagi dei genitori e dei bambini derivanti da queste variazioni, stiamo lavorando per garantire a tutti i servizi più idonei. Le esigenze sono tante e anche molto diverse, – ha detto in conclusione l’assessore – ma credo che, superato un periodo iniziale di assestamento, si riuscirà a fornire il trasporto scolastico, il pre e post scuola e la mensa, anche se, ovviamente, dovranno funzionare in maniera diversa, in ottemperanza alle recenti norme anti-Covid”.