Luca – La Molisana Magnolia: la presentazione della partita

67

julie wojta

Tre le ex sul parquet, coach Mimmo Sabatelli: «Usciamo da un periodo complicato e vogliamo proseguire nel nostro percorso di crescita»

CAMPOBASSO – L’ultimo impegno dell’anno solare 2020 coincidente con la chiusura (perlomeno nominale) del girone d’andata nella Techfind serie A1 (per le rossoblù, infatti, ci sarà da affrontare la trasferta recupero sul parquet del Palaserradimigni a Sassari il prossimo 27 gennaio). Alla vigilia di San Silvestro, La Molisana Magnolia Campobasso sarà in Toscana per sfidare a Lucca, nello scenario del Palatagliate, il locale team, un altro club che ha scritto pagine importanti nella storia del movimento cestistico femminile in Italia.

IL GIOCO DELLE EX – Sarà una gara speciale per almeno tre elementi coinvolti nella contesa: sul versante dei #fioridacciaio la playmaker Valentina Bonasia (nella passata stagione con le toscane) e l’ala piccola americana Julie Wojta (che ha condotto Lucca anche ad uno scudetto), mentre, tra le padrone di casa, Giovanna Elena Smorto è stata vista all’opera dalle parti del PalaVazzieri nella prima metà della stagione 2018/19.

AVVICINAMENTO CONCRETO – Con il Natale di mezzo e ad una decina di giorni dall’ultima uscita contro Ragusa, le campobassane arrivano alla contesa forti di un avvicinamento all’insegna di un lavoro concreto e costante.

«Le notizie positive – spiega il coach delle rossoblù Mimmo Sabatelli – sono il pieno recupero di Ostarello e Wojta ed il ritorno al lavoro, seppur differenziato, di Amatori, il che ci consente di poter avere a disposizione un po’ tutto il gruppo. Sarà una gara non semplice, ma ci auguriamo di chiudere al meglio questo 2020. Il gruppo sta bene: abbiamo lavorato in maniera intensa preparando con attenzione e scrupolo questa gara».

FRONTE AVVERSO – Un anno segnato – e non poco – a livello internazionale dalla pandemia da Covid-19. Le problematiche legate al coronavirus hanno finito per interessare anche il quintetto toscano, ritornato sul parquet lo scorso 19 dicembre dopo cinque gare saltate dal secondo weekend di novembre. Nonostante il mese e mezzo di stop e con appena sette rotazioni nella sfida con la Virtus Bologna le toscane hanno saputo creare più di un grattacapo alle felsinee attualmente al vertice della classifica.

Rispetto a quel match, però, non sarà nelle rotazioni Laura Spreafico, ma rientreranno la talentuosa play Alessandra Orsili e le guardie Giovanna Elena Smorto e Silvia Pastrello.

«A Bologna, pur dovendo fare i conti con più di qualche difficoltà, hanno saputo dar vita ad una gara di assoluta applicazione. Del resto, e lo ha dimostrato anche Ragusa, si può rientrare con concretezza dopo lo stop e dar vita anche a sequenze di risultati di spessore. E Lucca, dalla sua, ha tutte le potenzialità per mettere in difficoltà qualsiasi avversaria».

OPZIONI UTILIZZABILI – Contro le toscane, forti del rientro di un po’ tutti gli effettivi, la formazione rossoblù proverà a far emergere con forza le diverse opzioni presenti nel proprio roster, così da impostare al meglio la contesa in base a quelli che saranno i contorni del match.

«Indubbiamente – precisa Sabatelli – abbiamo diverse possibilità di scelta con le nostre rotazioni. E, senz’altro, questa peculiarità ci darà l’opportunità di adattarci al tema tattico che ci proporranno l’inerzia e lo svolgimento stesso della gara».

CANESTRI E CONTESTI – Del resto, prosegue il tecnico delle molisane, gli aspetti esterni alla contesa in sé non dovranno occupare i pensieri delle magnolie. «La classifica, sia la nostra che la loro, sarà l’ultimo dei riferimenti. Partiamo da un assunto chiaro: usciamo da un periodo molto complicato della nostra stagione e vogliamo ripartire proseguendo nel nostro percorso di crescita».

Anche perché, per convinzione personale, Sabatelli sa bene che «durante la stagione fortuna e sfortuna finiscono col bilanciarsi. Alla base ci deve essere la continuità nell’applicarsi in palestra, lavorando per far emergere le nostre caratteristiche e limare le incertezze».

CAPITOLO TIKVIĆ – In Toscana non sarà ancora del gruppo rossoblù l’ultimo innesto: la pivot croata Ivana Tikvić, che raggiungerà il Molise nel giorno di Capodanno.

«Non posso che ringraziare la società – evidenzia il coach delle magnolie – per quest’innesto importante. Parliamo di una giocatrice che ha fatto sempre molto bene in tutte le sue esperienze sia in Italia che all’estero e non ultimo nella prima fase di stagione con Ragusa. Ci darà senz’altro una grande mano e permetterà una maggiore profondità nel reparto delle lunghe. Lei ed Ostarello sono più elementi d’area a differenza di Bove e Sanchez che hanno caratteristiche complementari. Ad Emilia e Carolina, peraltro, non posso che fare i miei complimenti. Hanno cercato di limitare qualche gap in termini di centimetri rispetto alle lunghe delle altre squadre con applicazione e determinazione. Adesso avranno la possibilità di respirare un po’ e tirare il fiato dopo aver tirato a lungo la ‘carretta’. Ma questi sono discorsi legati al nuovo anno perché, ora come ora, tutte le attenzioni devono andare sulla gara di Lucca e sulle sue difficoltà».

INFORMAZIONI UTILI – Inizialmente programmata per le 21, la gara di Lucca è stata anticipata alle 19 in ossequio alle disposizioni in tema di contenimento della pandemia da Covid-19. Per i sostenitori rossoblù ci sarà la possibilità di seguire le proprie beniamine attraverso la piattaforma pay di Lega lbftv.it, la webtv che manderà in onda in esclusiva diretta streaming il match. A dirigere la contesa saranno il perugino Di Toro, il fiorentino Miniati e la faentina Bettini.

NUOVO CALENDARIO – Complici le richieste di Schio e Venezia (formazioni impegnate anche nelle coppe europee), la fisionomia del calendario per il girone di ritorno in casa dei #fioridacciaio subirà alcuni mutamenti. La prima gara sarà tra le mura amiche il 10 gennaio contro il Vigarano. Tre giorni dopo, il 13, è in programma l’anticipo del confronto in casa del Venezia. Il 24 appuntamento all’Arena con l’Empoli, poi il 27 ed il 30 due trasferte tra Sassari (appuntamento di recupero) e Battipaglia (da calendario). Il match interno con Schio, inizialmente previsto il 3 gennaio, è stato invece spostato al 24 febbraio con palla a due sempre alle 18.

Photocredit: Maurizio Silla