Norma Trentalange detective della Polizia di New York

76

Lavorò sotto copertura nella Divisione Narcotici (“Narcotics Division”) di Manhattan. Il padre, Michele, era nato a Campolieto, in provincia di Campobasso, nel 1884

trentalange policeCAMPOLIETO – Norma Trentalange nacque a New Brighton (quartiere situato sulla North Shore di Staten Island a New York City), il 3 ottobre del 1927, da Michele e Fortunata “Fanny” Troise. Il padre, Michele, era nato a Campolieto, in provincia di Campobasso, l’8 agosto 1884, da Giovanni (trentaquattrenne “stagnaro” e Mariarosa Palange (“donna di casa”). L’atto di nascita fu registrato dinanzi all’allora Sindaco di Campolieto Riccardo Ialenti.

Michele decise, giovanissimo, di tentare il “sogno americano”. Sposò “Fanny” e i due ebbero, oltre a Norma, altri undici figli (tra questi John, Anita, Claudia, Rose, Joseph, Alfred, Mario, Donald e Alyce). Norma si diplomò alla “Curtis High School”. Successivamente frequentò con successo il corso alla “New York Police Academy”. Nel 1955, aveva ventisette anni, prestò giuramento per la polizia dinanzi all’allora sindaco di New York Robert Ferdinand Wagner II ( quello stesso anno morì Michele suo padre).

Molti giornali ed in particolare il “New York Daily News” dedicarono ampi servizi giornalistici alla poliziotta “italo-americana” (tra l’altro tra le pochissime donne in servizio). Coraggiosa, determinata e portata all’investigazione fu promossa detective. Lavorò poi sotto copertura nella Divisione Narcotici (“Narcotics Division”) di Manhattan.

Quando sposò Joseph “Pepe” Siringano (i due non ebbero figli) decise di lasciare la polizia. Lavorò poi per “Gibbs & Cox”, per “Edison” a New York e infine per “Coast Federal Savings and Loan” e “Customer Relations”. Nel 1971 Norma ed il marito “Pepe” (morto nel 1995) trasferirono la loro residenza a Venice, contea di Sarasota, in Florida. Norma Trentalange morì a Venice il 29 giugno del 2011.

A cura di Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame”