Olimpiadi nazionali di Debate, Chiara Cappella dell’Alfano in nazionale

41

alfano debateTERMOLI – Soltanto sabato 9 maggio si è chiusa la terza edizione delle Olimpiadi nazionali di Debate, con l’esultanza e i complimenti per gli eccezionali risultati della squadra dell’IISS Alfano di Termoli. «Oggi un nuovo riconoscimento che riempie di meritata soddisfazione tutta la nostra scuola» – annuncia il prof. Mascilongo, allenatore della squadra di Debate. «Chiara Cappella, alunna del Liceo Classico, è stata selezionata nel gruppo di 12 debater tra i quali verrà scelto il quartetto della nazionale italiana che parteciperà alle prossime Olimpiadi internazionali di Debate». 

Dopo aver attentamente esaminato le candidature, dopo aver osservato l’andamento delle Olimpiadi italiane di Debate Online, dialogato con i coach delle rispettive squadre e valutato il possesso della padronanza linguistica richiesta, una Commissione di esperti, presieduta dal prof. Massimo Leone, responsabile della gestione tecnica della Nazionale italiana di Debate, ha invitato ufficialmente alcuni valenti debater a prendere parte alle attività della squadra nazionale. Si prevede di effettuare allenamenti online costanti e, se possibile, la partecipazione ad eventuali tornei di debate internazionali durante l’estate.

«Vedere il nome di una studentessa del nostro Liceo Classico accanto a quello di studenti provenienti da Ancona, Cagliari, Messina, Monza, Genova, è per tutta la scuola motivo di grande orgoglio e soddisfazione» ha dichiarato la dirigente dell’Alfano, dott.ssa Concetta Rita Niro. «Chiara Cappella, con la sua affermazione personale che è frutto di un lavoro di squadra, ci regala anche un ulteriore motivo di speranza, in un momento particolare per tutti».

«La nazionale di Debate vuol essere», dichiara il prof. Massimo Leone, responsabile tecnico della “rosa”, «un grande laboratorio di miglioramento, i cui risultati sono per tutti. Prima di ogni altra cosa, però, la Nazionale italiana di debate vuole essere un’esperienza formativa affascinante. I ragazzi che negli anni vi parteciperanno, sapranno di essere qui a nome di tanti altri, di fronte ad una sfida complessa, motivante, da cui uscire come persone più ricche”.

Nella foto: (da sinistra) il prof. Mascilongo, Beatrice Lemme, Sara Leccese e Chiara Cappella.