Operazione “Gli Intoccabili” a Campobasso, duro colpo allo spaccio di droga

220

pattuglia carabinieri

I militari dell’Arma di Campobasso, con l’operazione scattata nelle prime ore dell’alba, hanno effettuato arresti e perquisizioni nel centro storico cittadino

CAMPOBASSO – Vasta operazione antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Campobasso che questa mattina all’alba hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di 3 misure cautelari coercitive emesse dal GIP di Campobasso su richiesta del Procuratore della Repubblica Dott. Nicola D’Angelo e della PM Dott.ssa Elisa Sabusco a carico di altrettanti soggetti tutti residenti in Campobasso e precisamente nel suo centro storico. 40 i decreti di perquisizione emessi ed eseguiti a carico di altrettanti soggetti indagati o comunque coinvolti a vario titolo nell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti tra Campobasso e provincia e regioni limitrofe (Campania, Puglia, Emilia Romagna).

L’attività di indagine, condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Campobasso, era iniziata nel settembre 2018 e si è conclusa formalmente nel febbraio di quest’anno con l’ausilio di attività tecniche, osservazioni, pedinamenti e perquisizioni, acquisendo elementi a carico di 29 indagati, in ordine alle attività di spaccio, commercio e detenzione di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” destinata alla commercializzazione nella città di Campobasso.

A finire in carcere, con l’accusa di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti, un 60enne ed un 40enne, entrambi incensurati e residenti del centro storico di Campobasso; un altro campobassano, 30enne, e stretto collaboratore dei primi due, è finito invece agli arresti domiciliari.

È proprio il centro storico di Campobasso, luogo impervio e difficilmente presidiabile militarmente, ad essere protagonista questa volta: è qui infatti, a casa di uno degli arrestati in particolare, il capo del sodalizio, come emerge chiaramente dalle risultanze investigative dei Carabinieri, che veniva conservata la cocaina, tagliata, suddivisa in dosi e spacciata ad ogni ora del giorno e della notte.

Dalle indagini è emerso che i tre arrestati avevano posto in essere una fiorente attività di spaccio di cocaina, utilizzando spesso le proprie abitazioni come basi logistiche per la preparazione dello stupefacente in dosi nonché punti di cessione dello stupefacente ai vari consumatori, senza sdegnare la consegna a domicilio, creando, il tal modo, una vera e propria piazza di spaccio nel centro storico del Comune di Campobasso.

Le dosi venivano ordinate facendo ricorso a telefonate e/o sms/chat che precedevano l’incontro per la cessione. Con tali modalità venivano ordinate le dosi, fissato il prezzo di acquisto, nonché stabilito il momento dello scambio.

Nel corso dell’attività d’indagine sono stati sequestrati circa 150 gr. di cocaina (con un grado di purezza fino al 90%) pari a circa 340 dosi mentre sono state circa 3000 le cessioni di stupefacente documentate dagli investigatori. Il gruppo criminale, nel corso dell’anno di indagine, aveva già subito l’arresto di uno dei componenti, il deferimento in stato di libertà di altri 6 e la segnalazione all’Ufficio territoriale del Governo di altri 25 soggetti tossicodipendenti; ben 21 invece i recuperi di sostanza stupefacente effettuati dai militari.

Durante l’esecuzione di questa mattina, nel corso delle numerose perquisizioni, venivano rinvenuti 10 gr. di cocaina (suddivisi in 20 dosi) con contestuale deferimento in stato di libertà di un ulteriore soggetto, oltre ad ulteriori 31 gr. di marijuana e 1 gr. di eroina in possesso di altri soggetti.

In fase esecutiva i militari della Compagnia di Campobasso sono stati collaborati dai militari del Nucleo Investigativo di Campobasso, dalle Compagnie CC di Torre del Greco (NA), San Severo (FG), Cervia-Milano Marittima (RA) e Cerreto Sannita (BN), con l’ausilio delle unità cinofile dei Nuclei di Chieti e Sarno (SA) e del velivolo del 5° Nucleo elicotteri di Pescara.