Possibile adesione del Comune di Isernia a bando Sprar, CasaPound: “Incredibile se ne parli ancora”

78
ISERNIA – CasaPound Italia non usa mezzi termini per commentare le dichiarazioni rilasciate dalle autorità comunali isernine in merito ad una possibile adesione del Comune alla rete di accoglienza per immigrati Sprar. 
“Quanto sta accadendo ha davvero dell’incredibile – afferma in una nota il responsabile isernino del movimento Agostino Di Giacomo – Una settimana fa la stampa registrava le frasi del Vice Sindaco sulla possibilità di adesione allo Sprar. Visto l’Iter consiliare, con la bocciatura ad ampissima maggioranza della proposta di adesione in occasione del consiglio monotematico del 20 aprile, siamo rimasti tutti spiazzati da quelle dichiarazioni ed abbiamo contattato l’interessato che ci aveva rassicurato, asserendo che forse qualche giornalista aveva interpretato male le sue parole. Ora dichiarazioni del medesimo tenore da parte del Sindaco. Stavolta non chiameremo nessuno, ma aspetteremo gli interessati nella trincea del Consiglio Comunale, pronti a dare battaglia come sempre”.
“Non abbiamo altro da aggiungere – conclude Di Giacomo – se non che si sta in malo modo privando il consiglio comunale del proprio ruolo, di fatto delegittimandolo. Se questi sono i presupposti, difficilmente questa amministrazione potrà avvalersi ancora per molto del sostegno di CasaPound. Anzi, se la Giunta dovesse prendere l’incredibile decisione di ‘sfiduciare’ il Consiglio aderendo allo Sprar, sarà il nostro consigliere a sfiduciare questa Giunta”.