Premiazione della XX° concorso fotografico “Corpus Domini e i Misteri”

47

mostra fotografica campobasso corpus domini

CAMPOBASSO – Giovedì 7 luglio, nell’atrio di Palazzo San Giorgio, si è svolta la cerimonia di premiazione della XX edizione del concorso fotografico “Corpus Domini e i Misteri – La sfilata del popolo: la socialità della festa” organizzato dall’ACF ”Sei Torri” Tommaso Brasiliano e patrocinato dal Comune di Campobasso.

Grande partecipazione e un sincero entusiasmo per l’essere tornati a poter celebrare in presenza quest’evento, rinviato nei precedenti due anni, hanno contraddistinto tutti i momenti della serata che ha visto la presenza dei rappresentati dell’ACF ”Sei Torri” Tommaso Brasiliano e dell’assessore alla Cultura del Comune di Campobasso, Paola Felice, intervenuta per inaugurare la mostra delle opere premiate che rimarranno in esposizione sino al 21 luglio nell’atrio di Palazzo San Giorgio; la mostra seguirà gli orari di apertura e chiusura del Comune.

La giuria del concorso, composta da Gianna Piano (fotoamatrice), Zaira Stabile (fotografa) e Giuseppe Terrigno (fotografo), ha esaminato le fotografie arrivate, più di 200, e tra queste sono state ritenute adatte alla mostra fotografica e alla premiazione 63 fotografie.

Per la Sezione Storytelling, il primo premio è andato a Vittorio di Rito, al quale è stato riconosciuto dalla giuria di aver prodotto uno storytelling perfettamente aderente e con una perfetta coerenza tra la narrazione e la resa fotografica.

Secondo premio della stessa sezione a Luca Discenza, che ha mostrato un diverso punto di vista della festa, vissuta con gli occhi di un bambino.

Terzo premio sezione Storitelling a Marco Moffa che al di là dei Misteri, svela i retroscena della festa.

Per la Sezione Foto singola, il primo premio è andato a Luigia Primiani. “Una delle foto più originali di sempre, molto coerente al tema proposto, pienamente realizzata, vincente la scelta del bianco e nero”, queste le motivazioni della giuria.

Secondo premio assegnato, invece, a Laura Colarocchio. Per la giuria la sua foto ha una potenza emotiva data dalla gestualità e dagli sguardi, la mano del portatore dirige lo sguardo di chi osserva. Terzo premio a Marcello Passarella che ha interpretato perfettamente il tema proposto, cogliendo esattamente il punto di vista della socialità della festa.

A Laura Colarocchio è stato anche conferito il Premio originalità Trofeo Tommaso Brasiliano. La giuria ha ritenuto efficace il punto di ripresa e il cromatismo. Un attimo fuggente colto al volo.

Opera segnalata quella di Mariangela Del Cioppo mentre, per lo Storytelling, la giuria ha scelto di segnalare Eliana Marinelli.