Progetti di vita indipendente per cittadini dell’ATS di Termoli e Larino

8

comunicato pnrr termoli

TERMOLI – Si è concluso in questi giorni l’invio della proposta progettuale dell’ATS di Termoli, ente Capofila, con associato l’ATS di Larino, per l’accesso al finanziamento PNRR per la Missione 5 quella relativa alla componente sociale. Il progetto riguarda percorsi di autonomia per persone con disabilità e risponde all’obiettivo generale, previsto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di accelerare il processo di de-istituzionalizzazione fornendo servizi sociali e sanitari di comunità e domiciliari alle persone con disabilità, al fine di migliorarne l’autonomia e offrire loro opportunità di accesso nel mondo del lavoro, anche attraverso la tecnologia informatica. Il progetto avrà una durata triennale e l’importo destinato sarà di 715mila euro.

La co-progettazione avviata dall’ATS di Termoli ha aperto le strade ad un nuovo modo di progettare politiche socio-sanitarie. Sin dall’inizio del percorso di programmazione delle attività previste dal PNRR, l’ATS di Termoli ha interloquito con tutti gli stakeholder territoriali in materia di disabilità arrivando a costituire un Tavolo tecnico che è stato e sarà una vera e propria cabina di regia per il tutto il triennio del progetto. Il tavolo tecnico è presieduto dal Coordinatore Antonio Russo e si avvale dell’apporto della collega coordinatrice di Larino, Eloisa Arcano, del Direttore del CSM Angelo Malinconico, della Dirigente del Consultorio Giuliana Maria, della Presidente della Consulta per la Disabilità, Tina De Michele nonché il Centro per l’Impiego di Termoli insieme agli ETS partner della progettazione, individuati con un avviso pubblico, che sono la Cooperativa Sirio insieme alle associazioni di promozione sociale “Un impegno per Ciascuno e Circolo MCL” e “Un Paese per Giovani-APS”.

Nell’ultimo tavolo tecnico svoltosi il 27 luglio, e presenziato da tutti gli stakeholder, si è giunti così alla definizione dei contenuti progettuali e alla redazione del progetto che è stato poi caricato sul portale del Ministero per la sua approvazione definitiva.

Il progetto si rivolge a cittadini maggiorenni con disabilità che vogliono intraprendere un percorso di vita indipendente che si sostanzia nel vivere in un gruppo appartamento e nell’impegnarsi in un percorso formativo e lavorativo attraverso corsi di formazione e tirocini presso aziende anche in modalità smart working. I gruppi appartamento sono la vera grande innovazione e scommessa dell’investimento voluto dal Ministero. Nello specifico i gruppi appartamento saranno due e saranno ubicati nel Comune di Larino in Via Santissimi Martiri Larinesi e nel Comune di S. Giacomo degli Schiavoni in C.so Umberto I°. Questi gruppi appartamento nelle intenzioni degli ATS e dei partner del terzo settore oltre ad essere delle soluzioni alloggiative dovranno essere dei veri e propri laboratori lavorativi dove gli utenti potranno sperimentarsi in una nuova dimensione che vede prioritaria la loro autonomia privata e lavorativa.

Le forze e le risorse messe in campo sono notevoli e gli obiettivi a medio e a lungo termine sono ambiziosi, ma la rete che è già stata costituita con il comparta sanitario, quello del welfare e soprattutto delle famiglie è molto forte e garantisce da un lato qualità al progetto che si concluderà nel 2026 e dall’altro assicura sostenibilità futura, così come auspicato dal PNRR.

Nelle prossime settimane l’Ambito farà partire una campagna di comunicazione rivolta a tutta la comunità locale per sensibilizzare sul tema della vita indipendente e informare sulle opportunità che la programmazione PNRR ha in serbo per i cittadini con disabilità e le loro famiglie.