Progetto di bonifica LASPEH, le dichiarazioni del sindaco di Guadiaregia

progetto laspeh

GUARDIAREGIA – Dichiarazioni del Sindaco di Guardiaregia Ing. Fabio Iuliano dopo la conferenza stampa in cui è stato illustrato lo stato di avanzamento del Progetto di bonifica LASPEH: “Sono orgoglioso di aver intercettato finanziamenti europei Interreg per un progetto che ha visto già lo scorso anno diversi incontri con i partner di Puglia, Albania e Montenegro. Il Sindaco di Ostuni, nel primo incontro, ci ha accolto nella sua bellissima Città e durante il meeting abbiamo avuto modo di presentare il Molise, in modo particolare l’Oasi WWF Riserva regionale e il nostro ambizioso progetto. L’intervento prevede la bonifica della Forra del Quirino dai rifiuti abbandonati nel canyon negli ultimi 50 anni. Lo scopo principale è quello di monitorare l’impatto che ha questo intervento sul nostro territorio che vanta una vastissima biodiversità al fine di redigere delle linee guida (a cura dello studio del dott. For. Stefano Vitale) applicabili in situazioni analoghe in tutti i Paesi europei.

A dire il vero nessuno avrebbe scommesso sulle capacità di gestire tali finanziamenti da parte di un Amministrazione piccola come la nostra perché oltre al fatto che la comunicazione avviene esclusivamente in lingua inglese, siamo un Comune con conta su un esiguo pochissimo personale. Invece no, abbiamo stupito tutti: non solo ci siamo riusciti, ma siamo l’unico partner con il progetto che ha speso le risorse impegnate nei tempi previsti dal crono programma. Il partner capofila si è complimentato con il nostro team per l’impegno e la professionalità dimostrata.

In sede di gara abbiamo avuto delle economie che abbiamo riprogrammato al fine di istallare delle telecamere per monitorare l’eventuale abbandono dei rifiuti e intervenire nell’immediatezza, ulteriori risorse sono state destinate all’istallazione di alcune telecamere a raggi infrarossi, sistemi utili per prevenire gli incendi.

I progetti Interreg, ci fanno sentire concretamente cittadini europei e permettono il confronto, favorendo scambi culturali. L’augurio che faccio a me stesso ed alla nostra comunità è quello di vederci aggiudicatari in un futuro prossimo di ulteriori finanziamenti europei a cui sicuramente parteciperemo”.