Raduno all’arena per La Molisana Magnolia, il 4 settembre il primo test

25
gruppo la molisana
gruppo La Molisana – photocredit: Maurizio Silla

Dalla dirigenza messaggi di stimolo per le giocatrici rossoblù. La soddisfazione di coach Mimmo Sabatelli: «Gruppo voluto»

CAMPOBASSO – Da un lato i tamponi antigenici, simbolo dell’attuale momento di convivenza con la pandemia da Covid-19, dall’altro i sorrisi ed i volti abbronzati tipici di questa fase della stagione, il momento di porre le fondamenta per il torneo che verrà.

Con quattro senior (le play Togliani e Trimboli, la guardia Chagas e la lunga Nicolodi) ed altrettante under (Amatori, Del Sole, Egwoh e Trozzola) già presenti in città ed altri due elementi – la lunga croata Premasunac e l’esterna statunitense Parks – arrivati in serata, La Molisana Magnolia Campobasso si è avviata verso quella che sarà la seconda stagione nella Techfind Serie A1 per le rossoblù.

CERCHIO MAGICO – Dopo aver espletato tutte le formalità necessarie per delimitare la bolla del ‘gruppo squadra’, staff tecnico e dirigenziale si sono ritrovati in circolo sul parquet dell’Arena per quelle che sono state le presentazioni di inizio stagione.

A prendere la parola Rosario Filipponio – che sarà il dirigente referente del settore agonistico per questa stagione – cui è toccato il compito di presentare al gruppo dirigenziale nel complesso dando poi la parola alla presidente Antonella Palmieri.
La numero uno del club, sottolineando la forte connotazione ‘rosa’ al vertice del team («una società matriarcale», ha rimarcato) si è poi soffermata sul concetto di ‘famiglia’ alla base del progetto rossoblù unitamente a quella passione comune alla base di una forte amicizia che ha fatto sì che cinque anni fa sorgesse questo club.

LATO TECNICO – A prendere la parola, poi, Pier Carmine Avarello – team manager del club campobassano – che ha presentato prima staff tecnico (accanto al riconfermato capo allenatore Mimmo Sabatelli opereranno gli assistenti Vincenzo Di Meglio, anche lui confermato, e Franco Ghilardi, nonché il preparatore atletico Pasquale Tancredi) e medico e poi, una per una, le giocatrici presenti al raduno.

A tirare le fila ci ha pensato coach Mimmo Sabatelli, che ha ringraziato la società per avergli messo a disposizione tutti gli elementi richiesti in sede di mercato, provando a dare grande entusiasmo a tutto l’ambiente.

MOMENTO ATTUALE – A sintetizzare il momento, poi, il direttore generale del club Rossella Ferro che, partendo dalla situazione in Afghanistan con il regime talebano che ha privato di diversi diritti essenziali le donne (con – caso emblematico – la vicende dell’appello dell’atleta paralimpica al momento privata dell’esperienza a Tokyo), si è soffermata con le giocatrici sull’orgoglio e sulla fierezza d’animo nel vestire la maglia e difendere i propri colori.

PRIMO MEETING – Concluso l’aspetto formale, il gruppo squadra attorno al proprio staff tecnico ha pianificato i lavori di una prima settimana che porterà con sé i test fisici, le prime visite mediche e lavoro tecnico e fisico in vista del 4 settembre, giorno del primo test in famiglia che, tra le mura amiche dell’impianto di Selvapiana, aprirà il calendario delle amichevoli.