Sanità, Castrataro: “Pos colpo di grazia per il territorio”

28

sindaco piero castataroISERNIA – Con il passare delle ore cresce l’onda delle polemiche relative al nuovo Piano operativo sanitario (Pos) 2022-2024 predisposto dal Commissario ad Acta per la sanità e presidente della Regione, Donato Toma. “Isernia perde Emodinamica, sarà accorpata al Cardarelli di Campobasso – tuona il sindaco del capoluogo pentro, Piero Castrataro – un disastro annunciato e certificato dal Pos appena trasmesso ai Ministeri competenti dalla struttura commissariale alla Sanità regionale. Una decisione che, se confermata, rappresenterebbe il colpo di grazia per il territorio della provincia di Isernia e non solo”.

Per il primo cittadino, dunque, si tratta di una “scelta insensata se si pensa che l’Emodinamica dell’ospedale Veneziale ha il più basso tasso di mortalità per ricoveri urgenti, è la più efficiente ed è quella che genera maggiore mobilità attiva, essendo punto di riferimento anche per pazienti provenienti da Abruzzo, Lazio e Campania. Il servizio salvavita – sottolinea – è di fondamentale importanza per i territori altomolisani, notoriamente svantaggiati sotto il profilo climatico e viario. Avevamo chiesto alle Istituzioni preposte un potenziamento dell’Emodinamica isernina. In risposta sono arrivati i tagli, tra l’altro ininfluenti in termini di risparmio di costi. Ma non ci arrenderemo. Sfrutteremo ogni margine d’azione per far valere i nostri diritti. Ci batteremo in ogni sede per garantire il diritto ad una sanità efficiente, di qualità, nella speranza – conclude – che tale obiettivo rappresenti una priorità per tutte le forze politiche, anche per i neoparlamentari, soprattutto quelli non molisani eletti nella nostra regione che avranno ora l’occasione di trasformare le promesse elettorali in un impegno concreto”.