Scuola Gambatesa, ultimati i lavori di manutenzione al Centro Sociale

30
banchi scuola gambatesa
banchi scuola – foto Comune di Gambatesa

GAMBATESA – “L’allarmante situazione dei contagi del post feste natalizie sembra ormai in fase di rientro. Non ci sono allo stato nuovi focolai, ci sono state molte guarigioni e il numero dei positivi si è ridotto sensibilmente. A questi ultimi l’augurio di una rapida guarigione. Nella maggioranza dei casi i sintomi sono stati quelli di una normale influenza, in altri, purtroppo, vi è stato bisogno di cure anche in ambito ospedaliero. Ma, al di là della gravità dei sintomi, è una esperienza brutta, fonte di ansia e stress, in cui all’incertezza per l’evoluzione della malattia si somma il castigo dell’isolamento. Quanto accaduto nel periodo natalizio ci deve, quindi, far riflettere e orientare i nostri comportamenti a responsabilità. Dobbiamo avere la pazienza di rinviare a momenti migliori pranzi e convivi tra amici e familiari. Ora, putruppo, è il tempo di stare distanti per potere tornare, quanto prima, a godere del piacere di stare insieme” si legge da una nota del Comune di Gambatesa che informa anche sui lavori di manutenzione al Centro Sociale.

“Sono stati ultimati i lavori di manutenzione al Centro Sociale, dove, a breve, non appena saranno conclusi gli ultimi adempimenti formali, verrà trasferita la sede delle scuole primarie e secondaria di primo grado. Ciò consentirà l’avvio dei lavori di adeguamento sismico dell’edificio scolastico comunale. Si corona così un sogno che, qualche anno fa, sembrava irraggiungibile. Finalmente anche Gambatesa avrà una scuola ancora più sicura per i suoi bambini e ragazzi.

Un grazie a Sua Eccellenza il Vescovo, Giancarlo Bregantini, e ai Parroci, Don Mauro Geremia, Don Giuseppe Nuzzi e Don Stefano Fracassi nella misura in cui hanno collaborato con l’Amministrazione comunale a far sì che i nostri bambini possano continuare a frequentare le scuole elementari e medie nel loro paese. E’ un atto di generosità nel quale si sostanzia la capacità di questa comunità di sapere affontare e risolvere insieme le difficoltà.

In condizioni normali avremmo inaugurato la nuova sede scolastica, dando modo ai genitori di conoscere la struttura. Purtroppo, oggi, tutto ciò non é possibile. Le foto che seguono però, dovrebbero essere sufficienti a dare l’idea di come la nuova sede scolastica sia davvero bella e confortevole”.