Sicurezza, prove di evacuazione all’Alfano di Termoli

39

prove evacuazione alfano

Occhionero: “Al Liceo Scientifico, circa 700 persone, tra studenti e personale, vengono evacuate in meno di 2 minuti”

TERMOLI – In Italia la terra continua a tremare: è sempre più importante aumentare la conoscenza e la consapevolezza dei rischi e dei comportamenti in grado di ridurli, soprattutto tra i giovani, portandoli anche a riflettere sui criteri costruttivi e sulle politiche di prevenzione attuate in relazione a fenomeni così difficilmente prevedibili come le calamità naturali.

All’Istituto Alfano di Termoli la comunità scolastica è particolarmente sensibile al tema della sicurezza e nel corso degli anni, in costante collaborazione con i tecnici della Provincia, i responsabili della sicurezza ing. Nicola Roselli (RSPP) e il prof. Fabio Occhionero (ASPP), unitamente alla Dirigente, dott.ssa Concetta Rita Niro, promuovono attività e iniziative volte alla formazione del personale e degli studenti, oltre che interventi di manutenzione e di messa in sicurezza delle strutture.

«Effettuiamo 2 simulazioni di evacuazione programmata all’anno, nello stabile che ospita il Liceo Scientifico in viale Trieste e in quello che ospita il Liceo Classico ed alcune classi del Liceo Scientifico in via Asia, più altre simulazioni di classe, a discrezione dei docenti coordinatori, soprattutto per abituare gli studenti a percorrere correttamente le vie di fuga» – precisa il prof. Occhionero.

«Al Liceo Scientifico, circa 700 persone, tra studenti e personale, vengono evacuate in meno di 2 minuti, con tempi che si riducono progressivamente man mano che le persone familiarizzano con la situazione di emergenza simulata: il 29/10/2019 lo stabile del Liceo Scientifico è stato evacuato in 1’ 56’; pochi giorni dopo, il 13/11/2019, il tempo di evacuazione è sceso ad 1’ 50’’; solo meno di un anno fa lo stabile di viale Trieste era stato evacuato in 1’ 58’».

«A partire dal terremoto del 31 ottobre 2002 la regione Molise ha istituito la “Giornata della memoria”, con lo scopo di non dimenticare le vittime e di promuovere la sicurezza nelle scuole e la legge 13 luglio 2015, n. 107 ha istituito la Giornata nazionale per la sicurezza, fissata al 22 novembre di ogni anno dal decreto del Ministro dell’Istruzione del 27 novembre 2015 n. 914» ricorda la dirigente, dott.ssa Concetta Rita Niro. «All’Istituto Alfano giovedì 31 ottobre abbiamo dedicato parte della giornata alla formazione: ogni classe ha partecipato ad un’ora di attività, grazie alla disponibilità ed alla competenza della prof.ssa Rossana Vaudo (tipologie e origine dei terremoti), del prof. Dario Mascellaro (il ruolo dei volontari della protezione civile nelle emergenze in Italia e nel mondo) e dell’ing. strutturista Emilio Basile (antisismicità delle costruzioni, normativa, terremoti e sollecitazioni strutturali). Le iniziative didattiche, formative e informative, per la diffusione della cultura della sicurezza nelle scuole e per la prevenzione dei rischi sono una nostra preoccupazione costante».