SOA e FlmUniti FCA Termoli su licenziamento 500 precari

109

logo soa - Sindacato Operai AutorganizzatiTERMOLI – Riceviamo e pubblichiamo da SOA e FlmUniti FCA Termoli:

“Chi è causa del suo mal pianga se stesso!

Dopo la notizia di ieri arrivata dallo Stabilimento di Cassino sul licenziamento di 500 giovani precari.
Il sindacato cosiddetto partecipativo che ha sponsorizzato anch’esso le assunzioni in Fiat di Termoli proclamando il proprio merito per partecipazione e concertazione come soluzione giusta per creare occupazione, oggi fa lacrime di coccodrillo sulle prospettive non rosee anche per la produzione dei motori made in Termoli legati sui modelli di Cassino.
Siamo seri! Stiamo parlando di un gruppo come la Fiat che è in positivo su tutti gli standard finanziari ma continua a fare cassa integrazione a Melfi, contratti di solidarietà da Pomigliano a Mirafiori e assunzioni usa e getta su tutto il territorio nazionale eppure da sempre le nostre denunce sono state snobbate dai perbenisti della società del progresso compresi alcuni mezzi di informazione.
Chiediamo immediatamente la rappresentanza legittimata dai lavoratori e risposte concrete sui piani industriali e futuro per l’intero territorio.
Il sindacato firmatario del contratto Fiat deve ancora spiegare la chiusura dello Stabilimento Termolese di questa settimana, un accordo con le nostre ferie! Altro che ponte di Ognissanti! Sarà perché non occorre più produzione? Hanno dimostrato di poter lavorare anche ad Agosto con 40 gradi e, il sabato, la domenica pomeriggio ,con i famosi 20 turni, per poi far restare a casa i lavoratori nel mese di Novembre.
Complimenti anche ai sindacati fautori di questo progetto.. oggi hanno anche il coraggio di lamentarsi?
La coerenza non è cosa da poco. Solidarietà a tutti i lavoratori illusi dalle politiche della concertazione invitandoli a reagire unitariamente allo stato dei fatti”.