Stefania Trimboli prima giocatrice confermata da La Molisana Magnolia

23

stefania trimboli

Sulla convocazione in azzurro: «Occasione per poter lavorare individualmente». A Roma il sorteggio per l’under 19

CAMPOBASSO – Prima ad essere annunciata la passata stagione. Prima ad essere confermata nell’attuale, al di là, peraltro, del contratto biennale siglato col club rossoblù già nella scorsa estate. Prosegue – con grande e reciproca soddisfazione da entrambe le parti – il ‘cammino comune’ tra La Molisana Magnolia Campobasso e la playmaker triestina (e capitano dei #fioridacciaio) Stefania Trimboli.

FELICITÀ TOTALE – «Sono onorata – spiega la diretta interessata al centro nell’ultimo periodo anche del format di Lega Road Trip, autentico speciale sul percorso rossoblù – di una conferma che va ben oltre la durata biennale del rapporto intrapreso nella scorsa stagione, anche perché quando si firma un accordo del genere si pone fiducia in una situazione un po’ a scatola chiusa. Che si arrivi ora a proiettarsi sulla nuova stagione con entusiasmo da ambedue le parti è un segnale di non poco conto in prospettiva di quanto sarà».

EUROCUP, MA NON SOLO – Poi, soffermandosi su quella che è stata l’ultima stagione, Trimboli è pronta ad aggiungere: «Senz’altro il playoff di EuroCup è stata un’emozione unica, un’esperienza indimenticabile, ma anche il raggiungimento della Final Eight di Coppa Italia e la sfida ai quarti con Bologna, nonché la serie con Venezia ai playoff hanno rappresentato situazioni molto forti di un’annata molto forte in cui questo gruppo, al di là di successi di rilievo come quelli arrivati a Bologna o in casa contro Venezia, ha saputo trarre nuova linfa dalle gare che non hanno avuto il conforto del referto rosa: penso ai quattro successi consecutivi ad inizio stagione dopo l’uscita dall’Europa ad esempio, aspetto che, in profonda sinergia con quella che è la mia natura, mi fa vedere nel complesso il bicchiere mezzo pieno».

FATTORE GRUPPO – Anche perché – tra le evidenze dell’ultimo torneo delle campobassane – c’è pure il dettaglio di non poco conto della coesione di un gruppo che ha rappresentato una delle chiavi di volta del torneo delle campobassane.

«Un roster unito rappresenta sempre una base solida per qualsiasi avventura e credo che se la società si muoverà su questa linea perché, con ulteriore esperienza assieme, non si può far altro che crescere e consolidare pienamente le situazioni».

OBIETTIVO CRESCITA – Del resto, in un sentiero che, per certi versi, ricorda una progressione aritmetica, l’obiettivo – per l’annata 2022/23 – ha una declinazione di fatto univoca.

«I nostri obiettivi? Cercare – confessa candidamente Trimboli – di fare meglio di quanto abbiamo conquistato nell’ultima stagione. In anticipo è difficile dire se ci riusciremo, ma con certezza posso dire che proveremo a dare il massimo di noi stesse per andare oltre i bei già risultati ottenuti».

L’AZZURRO INASPETTATO – Tappe che ben si innestano in una stagione che ha regalato alla regista giuliana amante del Sud (e con parte del cuore a Battipaglia per aspetti squisitamente sentimentali) una media di 7,5 punti a partita con una valutazione quasi costantemente in doppia cifra.

Aspetti che hanno portato il coach della nazionale Open di 3×3 Andrea Capobianco ad inserirla nella long list azzurra per gli eventi di quest’estate.

«Ne sono semplicemente luisingata e non mi vedevo giocatrice da ‘street basket’. A fronte di questa chiamata lavorerò tanto con lo staff tecnico, sia in Magnolia che in azzurro, per puntare a migliorare ulteriormente e far sì che anche in prospettiva ci possa essere la possibilità di poter essere inserita nel gruppo della nazionale».

UN AMORE DI PUBBLICO – Un ultimo pensiero, peraltro, Trimboli lo dedica al pubblico rossoblù: «Sono unici e davvero tanto calorosi. Ci hanno fatto sentire la loro vicinanza sia al termine di buone prestazione che dopo gare alterne. Abbiamo passato una stagione unica insieme, ci siamo conosciuti ulteriormente e da parte mia non posso far altro che invitarli a sostenerci ancora di più nella prossima stagione. Del resto, e lo sottoscrivo pubblicamente, abbiamo bisogno del loro affetto».

SORTEGGIO UNDER 19 – Nel frattempo, sul fronte giovanile, c’è grande attesa per la finale nazionale under 19 in programma dal 6 al 12 giugno a Battipaglia. Domani (martedì 24 maggio, ndr), da mezzogiorno, presso la sede centrale della Federazione in via Vitorchiano a Roma, alla presenza del giudice sportivo, è in previsione il sorteggio dei quattro gironi di prima fase che animeranno la partenza dell’evento.