Suor Alberta Manzo, una vita spesa accanto ai più deboli e ai bambini

122

Il Sindaco di Jersey City la nominò “Woman of the Year”. I suoi genitori erano originari di Duronia in provincia di Campobasso

suoraDURONIA – Suor Alberta Manzo (battezzata come Lorena Angelina) nacque a Hackensack, Contea di Bergen, in New Jersey, il 4 febbraio del 1930, da Antonio (nato a Duronia, in provincia di Campobasso, il 26 settembre del 1896) e da Gina “Jean” Ricciuto (nata a Jersey City il 9 ottobre del 1902 – figlia di Anthony e Angelina Caroselli entrambi nati a Duronia). Suor Alberta Manzo il 16 maggio del 1951 entrò nelle “Sisters of St. Francis” (Suore di San Francesco) di Philadelphia. Conseguì la laurea in “Religious Studies” e sostenne un Master presso la “Seton Hall University” (specializzazione crescita e sviluppo infantile).

Suor Alberta insegnò per 28 anni a Ringwood, West Milford, Brooklyn ed Emerson. Servì poi al “St. Anthony’s” di Belleville e poi al “St. Anne Parish” (fu direttrice dell’educazione religiosa dal 1983 al 2013) di Jersey City. Seguì, per otto anni, con il “Rainbow Program” (per i bambini che avevano perso i genitori). Era membro delle “Women Knights of Columbus” (Donne Cavalieri di Colombo) a Brooklyn. Suor Alberta ricevette molti riconoscimenti e fu onorata come “Woman of the Year” (donna dell’anno) dal sindaco di Jersey City. Ricevette anche un premio dai Cavalieri di Colombo: “per aver contribuito a formare una sensibilità cristiana”.

Divenne direttrice delle vocazioni ed è stata coinvolta nel “Sisters Senate” (Senato delle Suore) a Brooklyn, Paterson e Newark. Era stata membro della “Franciscan Federation” (Federazione Francescana) e coinvolta nel programma degli associati della congregazione. Suor Alberta Manzo morì, il 19 giugno 2019, a Aston in Pennsylvania.

A cura di Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame”