“Terra Bruciata”: un film – documentario per non dimenticare

137

agVENAFRO – Sabato 30 gennaio, alle ore 16, sarà presentato a Venafro “Terra Bruciata“, film-documentario sulle stragi naziste a sud della Linea Gustav

Nella cornice delle annuali celebrazioni della Giornata della Memoria l’Associazione Agorà-Idee in Movimento, con la collaborazione del Ministero dei Beni Culturali e del Polo Museale del Molise, ospiterà  sABATO 30 Gennaio, a partire dalle ore 16:00, all’interno del Museo Archeologico di Venafro la presentazione del progetto scientifico volto alla realizzazione del film-documentario “Terra Bruciata! Il laboratorio italiano della ferocia nazista”.

L’evento godrà dell’introduzione degli storici Giovanni Cerchia, docente presso l’Università degli Studi del Molise, e Giuseppe Angelone, docente presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, e della presenza del regista Luca Gianfrancesco.

L’incontro promosso dall’Associazione venafrana si propone di gettare luce su una pagina del secondo conflitto mondiale volutamente obliterata, quella che riguarda le stragi atroci e le rappresaglie furibonde compiute dai nazisti a sud della Linea Gustav nell’arco di tempo trascorso tra la Quattro Giornate di Napoli e la battaglia di Montecassino.

Il progetto sarà presentato attraverso la proiezione delle sequenze già girate del film e il commento degli storici presenti, così da offrire un’anteprima assoluta, dopo la presentazione presso il Complesso dei Dioscuri al Quirinale della prima decade dello scorso dicembre, del vasto tentativo di ricostruzione delle violenze che nell’autunno del 1943 seminarono morte e terrore in Terra di Lavoro, con lo scopo dichiarato di lasciare terra bruciata e di fare di quel lembo di Campania il laboratorio di una ferocia sistematicamente ripetuta dai nazisti lungo tutto il territorio della Penisola.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Venafro, è stata favorevolmente accolta dall’Istituto di Istruzione Superiore Antonio Giordano, che aderirà al progetto con i propri giovani studenti, e ha riscontrato altrettanto consenso presso l’Istituto Comprensivo Leopoldo Pilla, che parteciperà all’incontro con una rappresentanza di alunni della Scuola Media.