Transumanza, il Molise in cabina di regia dell’Ue

35

transumanza CAMPOBASSO – Carmelina Colantuono di Frosolone, custode con la sua famiglia dell’antica tradizione della Transumanza, e Nicola Di Niro, di ‘Asvir Moligal’, ospiti a Madrid della quattro giorni dedicata alla valorizzazione delle canadas, dei tratturi e delle grandi vie delle civiltà organizzata dall’associazione spagnola Transhumancia y Naturaleza, costituita da pastori e professionisti del mondo pastorale il cui presidente ha accolto le rappresentanze di Francia, Italia, Albania e Grecia in occasione del grande evento della ‘Festa della Transumanza’.

Al ministero dell’Agricoltura spagnolo a Madrid si è insediata la cabina di regia europea dei Paesi con i quali si lavora al Programma di cooperazione europea ‘Terre Rurali d’Europa’. Si è discusso anche di candidature Unesco, di candidature ai Cammini d’Europa e di una serie di questioni in vista della preparazione della nuova Politica agricola comune (Pac). Proposte condivise che saranno presentate ai governi nazionali, a fine novembre, inviate a Bruxelles.

“Tutti i partner – si legge in una nota di Asvir Moligal – hanno evidenziato la necessità di restituire dignità agli uomini e valore al territorio. Il pastoralismo è il focus per la tutela dell’ambiente e la qualità dei prodotti, per evitare lo spopolamento, per il benessere animale e la qualità della vita delle comunità delle aree interne e delle grandi città metropolitane”.

A chiusura dell’esperienza, nel tavolo di lavoro di verifica cui erano seduti anche i molisani Carmelina Colantuono e Nicola Di Niro, sono stati assunti impegni, definita l’agenda e siglati gli accordi per la prossima programmazione europea.