Viola il divieto di avvicinarsi alla moglie, arrestato: era accusato di tentato omicidio e lesioni

44

TERMOLI – Accusato di tentato omicidio, minacce e lesioni verso la moglie, torna in carcere a Larino dopo un periodo di libertà vigilata in cui ha nuovamente avvicinato la donna nonostante i divieti dell’autorità giudiziaria. Per tale motivo un polacco di 54 anni, residente a Termoli, è stato nuovamente interessato da una misura restrittiva eseguita nel weekend dal Commissariato.

Agli inizi di ottobre scorso era stato sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni, minaccia aggravata, danneggiamento, porto di oggetti atti ad offendere, violenza privata e tentato omicidio.

Già più volte denunciato e arrestato nel luglio scorso dalla polizia per aver tentato di uccidere la moglie con un coltello, procurandole lesioni sul corpo e alla gola, l’uomo ha ottenuto, con provvedimento del giudice, la scarcerazione. Gli agenti, però, lo hanno sorpreso più volte a violare gli obblighi impostigli dal Tribunale.