Venafro, molestie e minacce alla ex moglie: misura cautelare per “stalking”

L’uomo aveva attuato una vera e propria forma di persecuzione nei confronti della vittima

foto denuncia stalkingVENAFRO (IS) – Ancora un’operazione di contrasto al fenomeno della violenza di genere è stata portata a termine dai Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia, che stanno dedicando attraverso l’impiego di personale altamente specializzato, una particolare attenzione verso le vittime di questi odiosi reati, che sempre più spesso risultano essere giovani donne.

A seguito di indagini condotte dai Carabinieri di Venafro, a carico di un 36enne del posto, è stata eseguita una misura cautelare emessa dalla competente Autorità Giudiziaria, in quanto riconosciuto responsabile di atti persecutori nei confronti della ex moglie, una 30enne, anch’essa del luogo.

I FATTI

Secondo quanto accertato dai militari, l’uomo aveva attuato una vera e propria forma di persecuzione nei confronti della vittima, attraverso una serie innumerevoli di molestie e gravi minacce, mediante l’invio di sms e telefonate a tutte le ore del giorno e della notte, contenenti frasi oscene ed offensive, nonché frasi calunniose pubblicate sulla piattaforma social network “facebook”.

Tutto ciò nelle ultime settimane aveva cagionato nella ragazza un perdurante e grave stato di ansia e di paura, ingenerando nella stessa un fondato timore per la propria incolumità. Il 36enne inoltre si appostava in vari momenti della giornata sotto casa della ex moglie, e seguendola a piedi o in auto ovunque andasse.

La giovane donna è finalmente riuscita a denunciare la vicenda ai Carabinieri che in poco tempo hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza nei confronti dello “stalker”, ottenendo così la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, a carico del 36enne.

CONDIVIDI