1° maggio, il vescovo Bregantini: “Il lavoro è un’opportunità per affermare la propria dignità”

18

Bregantini

CAMPOBASSO – “Il lavoro deve essere un’opportunità per affermare la dignità della persona e la sua capacità di collaborare all’opera creativa di Dio. Un lavoro che diventi libero, creativo, partecipativo e solidale, come indica Papa Francesco nella sua esortazione apostolica Evangelii Gaudium”. Così l’arcivescovo di Campobasso-Bojano Giancarlo Bregantini in occasione del 1° maggio e della veglia tenutasi ieri sera, 30 aprile, nella chiesa di Pietracatella sul tema ‘La capacità di fare squadra’.

“L’occasione – si legge in una nota – per esprimere la propria vicinanza alle persone in situazioni di difficoltà, ma anche a tutti coloro che desiderano valorizzare l’esperienza del lavoro nella vita personale e sociale improntata alla reciprocità, all’inclusione e al futuro, per un capitale sociale umano a partire dalla capacità di fare squadra”.