70° anni sezione di Campobasso dell’AIA, l’intervento del sindaco

20

gravina 70 anni sezione arbitri campobasso

CAMPOBASSO – “Lo sport è l’ambito sociale che riesce maggiormente a coniugare la crescita personale di chi lo pratica con il confronto sano con l’altro, rendendo, all’intera comunità, un servizio in termini di integrazione e relazione sempre dinamico e vitale. Una vitalità che viene resa possibile e tutelata anche dal rispetto delle regole del gioco che in sé diventano un altro momento formativo essenziale. La figura dell’arbitro è di certo quella che più di ogni altra concorre a rendere il campo di gioco un luogo di passioni da vivere rispettando chi con noi gioca dall’altra parte del campo. Per questo, insieme agli auguri doverosi e meritati che voglio rivolgere a nome di tutta la nostra comunità cittadina alla Sezione di Campobasso dell’Associazione Italiana Arbitri per i settanta anni di attività, voglio anche ringraziare tutti gli arbitri che nel passato, nel presente e nel futuro permettono a chi fa sport, così come agli stessi appassionati e tifosi, di godere del piacere del gioco, un piacere che senza la definizione di canoni di comportamento e la capacità di trasmetterli propria del settore arbitrale, perderebbe molto del suo contenuto non solo tecnico, ma bensì sociale e aggregativo. Buon settantesimo compleanno a tutti gli arbitri della Sezione di Campobasso dell’Associazione Italiana Arbitri”. É questo l’intervento del sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, in occasione dei settant’anni della Sezione di Campobasso dell’Associazione Italiana Arbitri.