A Campobasso il 25 gennaio si festeggia San Paolo

31
Porta San Paolo Campobasso
Porta San Paolo Campobasso – Fonte pagina Facebook Comune di Campobasso

CAMPOBASSO – “Una delle porte del borgo medioevale della nostra città è Porta San Paolo costituita da una robusta torre che affianca un grande arco a tutto sesto sul quale campeggia lo stemma dei Molisio datato 1374. Nelle vicinanze della porta, situata alla fine di viale del Castello, c’è l’antica chiesetta di San Paolo, oggi sconsacrata, risalente al XVII secolo. L’edificio, costituito da una sola navata con un semplice portale gotico, fu costruita per ospitare le celebrazioni per i numerosi abitanti della zona.

Già durante il XIX secolo in essa non si officiava più e l’immobile venne utilizzato per dormitorio di soldati, poi venne trasformato in mulino e, successivamente, in deposito dei carri funebri del Municipio. Negli anni settanta del XX secolo venne costruita, più a valle, la nuova chiesa con lo stesso nome.

A Campobasso San Paolo viene festeggiato il 25 gennaio (giorno della Conversione del santo). In passato gli abitanti del quartiere, i “santpaulane”, – rivali dei “santantunare” del quartiere di Sant’Antonio – festeggiavano accendendo un grande falò e mangiando “checoccia e farenata” ovvero la zucca con la polenta” è questo un post di Facebook apparso questa mattina sulla pagina del Comune di Campobasso.