Abbonamenti La Molisana Magnolia stagione 2021/2022

25

abbonamenti magnolia 2021-2022

La società determinata ad andare incontro ai tifosi che hanno sottoscritto la tessera nel passato torneo con grande fiducia. Tre settimane per esercitare il diritto per quanti hanno sostenuto già i fioridacciaio

CAMPOBASSO – Con il calendario di A1 alle porte, La Molisana Magnolia Campobasso si tuffa già nel torneo che verrà e lo fa iniziando il percorso della propria campagna abbonamenti all’insegna di uno slogan – ‘We are Magnolia’ – che farà da cornice ad entrambe le fasi dell’avvicinamento alla stagione regolare per i #fioridacciaio.

PER I SUPPORTER – Dopo un’annata (la 2019/20) conclusa anzitempo per via del Covid-19 ed una stagione, l’ultima, caratterizzata dalle limitazioni imposte dalle norme di contenimento della pandemia, il club del capoluogo di regione vuole premiare quanti, a scatola chiusa, avevano sottoscritto l’abbonamento nel torneo di esordio in A1.

D’intesa con il circuito Vivaticket (che si occuperà dell’aspetto della distribuzione dei tagliandi per la stagione 2021/22) è stato previsto per questa – da martedì 10 a venerdì 13 – e per le prossime due settimane (rispettivamente dal 17 al 20 e dal 24 al 27) una finestra quotidiana, dalle 15 alle 16, presso La Molisana Arena per esercitare il diritto di prelazione.
Per quanti hanno sottoscritto il proprio tagliando annuale nella scorsa stagione ci sarà la possibilità con una quota simbolica di soli 10 euro di avere la Magnolia Card e l’abbonamento per la nuova stagione. Peraltro, per chi volesse dare un ulteriore contributo alla causa, ci sarà la possibilità, con la Magnolia Card, di poter richiedere l’abbonamento per la stagione 2021/22 a prezzo pieno.

QUOTE VANTAGGIOSE – Peraltro, il team rossoblù ha anche in previsione quote particolarmente vantaggiose per gli altri abbonati. In attesa di conoscere gli orientamenti governativi complessivi sulla percentuale di presenze negli eventi sportivi indoor, la società ha definito una serie di prezzi e di iniziative favorevoli ai supporter che saranno rese note non appena prenderà il via la seconda fase della campagna abbonamenti. Il tutto sempre nell’ottica di agevolare la presenza di appassionati nella struttura. Del resto – da sempre – Magnolia è il suo pubblico in quella che, nel corso delle stagioni, è stata una simbiosi di per sé virtuosa (e vincente).

FRANCESCA BALDASSARRE NUOVA GUARDIA PER LE GIOVANILI

Un altro prospetto in grado di far parlare di sé a medio termine. La Molisana Magnolia Campobasso scommette ancora una volta con forza su di un talento del Sud pronto ad esplodere nell’universo cestistico nazionale in rosa. Nel novero di un’operazione di scouting a tutto tondo del territorio centromeridionale (con tanto anche di allenamenti in corso sul parquet dell’Arena) il team rossoblù si è assicurato della tredicenne Francesca Baldassarre.

IDENTIKIT PUGLIESE – Play-guardia in forza al Volorosa Brindisi, l’esterna pugliese ha saputo mettersi in mostra nei tornei di under 13 e 14 con i ragazzi, facendo emergere qualità non indifferenti.

NEL SEGNO DI GIORGIA Baldassarre arriva in Molise sulla scia di quanto fatto dalla concittadina Giorgia Amatori. «La sua presenza – argomenta – mi fa sentire a casa e mi rende ancora più convinta della mia scelta».

OBIETTIVO MIGLIORAMENTO – Per l’ultimo innesto nel roster rossoblù, che sarà impegnata con forza anche col vivaio griffato Cestistica Campobasso, l’approdo a Campobasso vuol essere «un’occasione di miglioramento. Sarò in una realtà diversa da quella di casa e questo contribuirà a farmi crescere ulteriormente».

IMPRINTING CESTISTICO – Del resto, la palla a spicchi era un po’ nel destino della classe 2008. «In famiglia tutti giocano a basket e, sin da bambina, ero in palestra. Il basket ha sempre fatto parte di me».

ESPERIENZA UNICA – Ancor di più in quello che sarà il suo percorso campobassano. «Poter far parte dell’universo Magnolia sarà l’occasione per accrescere il mio bagaglio da giocatrice da tutti i punti di vista e mi auguro di riuscire ad apprendere il più possibile».

FONDAMENTALI DA 3×3 – Aspetto non marginale per chi ha «nella difesa e nelle entrate a canestro» i riferimenti del proprio gioco. Il cui imprinting è, a livello evidente, quello tipico del 3×3.

«È una disciplina che mi incuriosisce tanto», chiosa. «Ma ora ogni pensiero è su questa nuova esperienza a Campobasso», sintetizza Baldassarre.