Alec Ross al Festival del Sarà: “Per la Casa Bianca Draghi unico leader europeo. Conte? Vergognoso”

12

TERMOLI – Un intervento sulla politica italiana e sulla guerra in corso, quello di Alec Ross, all’interno del Festival del Sarà a Termoli. La serata di oggi, dal tema L’Italia nel nuovo contesto geo-strategico è stata introdotta dall’intervista che Alec Ross ha rilasciato ad Antonello Barone – ideatore del Festival – a fine giugno, prima di ripartire per gli Stati Uniti da Bologna dove l’autore americano è impegnato come visiting professor alla Bologna Business School.

“Conte? Vergognoso. Lui con le sue ambizioni mi ricorda quei tipi di italiani che durante la seconda guerra mondiale sono stati collaboratori dei nazisti contro gli ebrei”, ha commentato l’esperto americano di politiche tecnologiche, autore di best-seller sul futuro e già Senior Advisor di Barack Obama e Hillary Clinton.

“Le istituzioni mondiali sono all’interno di un contesto in continua evoluzione – ha commentato Antonello Barone -. Ne parli nel tuo libro profetico, I furiosi anni venti, sulla guerra fra Stati, aziende e persone per un nuovo contratto sociale. Il cambiamento mette di fronte ancora una volta le democrazie occidentali e liberali contro le autarchie. E’ una sfida che le democrazie possono perdere?”.

La risposta di Alec Ross: “Non so se questi cambiamenti siano una evoluzione o l’opposto, se andiamo indietro, ma sappiamo che siamo in momenti di grandi cambiamenti. Viviamo in un mondo di 196 Paesi, quindi 196 contesti, la democrazia può vincere in alcuni Paesi e non vincere in altri, quindi penso che sarà una sfida per i prossimi dieci, quindici anni”.

In particolare alla domanda se l’Italia fosse tornata atlantista solo grazie al governo Draghi e se il governo Conte avrebbe fatto le stesse scelte, Ross ha risposto fotografando lo scenario italiano ed europeo in modo perentorio.

“No. Per i quattro anni che ho lavorato per Obama sono stato un diplomatico, ora non lo sono più. Voi italiani dovete essere orgogliosi adesso della leadership che avete. Dal punto di vista dei miei amici della Casa Bianca chi sono i leader più capaci oggi in Europa? L’Inghilterra con Boris Johnson? No. Macron? No. Olaf Scholz in Germania? No. In realtà è il governo di Draghi. Conte è vergognoso, secondo me. Lui con le sue ambizioni ha deciso di avere dei punti di vista sulla (guerra ndr) Ucraina-Russia che mi ricordano in realtà quei tipi di italiani che durante la seconda guerra mondiale sono stati collaboratori dei nazisti. Putin uccide tutti. Se non diamo armi agli ucraini, se non sosteniamo gli ucraini è come se non avessimo sostenuto gli ebrei. Durante la seconda guerra mondiale anche a Bologna ci sono stati gli ebrei nel Ghetto e i collaboratori italiani hanno inviato gli ebrei in Germania. Secondo me Conte è questo tipo di topolino”.

Il Festival del Sarà termina domani domenica 24 luglio con l’ultima serata, sempre in piazza Duomo a Termoli, dal tema Gigafactory & Idrogeno: Termoli capitale dello sviluppo e della mobilità sostenibile.