BiblioMediaTeca ottiene contributo dal Ministero per acquisto di nuovi libri

3

bibliomediateca

Felice: “Un segnale importante di continuità con quanto stiamo realizzando per la promozione della lettura sul territorio”

CAMPOBASSO – È stato approvato e pubblicato nei giorni scorsi l’elenco dei beneficiari della misura prevista dal decreto del Ministro della cultura n. 191 del 24 maggio 2021 di riparto del “fondo emergenze imprese e istituzioni culturali”, concernente il sostegno del libro e dell’intera filiera dell’editoria libraria.

Tra i beneficiari in elenco, figura anche la BiblioMediaTeca comunale di Campobasso, che per tanto potrà procedere ad avviare le procedure di acquisto dei libri, per 4602,44 euro, in attesa del prossimo accreditamento delle risorse finanziarie.

“Un segnale importante di continuità con quanto si sta attuando in maniera programmatica per potenziare i servizi da offrire ai cittadini collegati alla lettura, ai libri e alla promozione della lettura rivolta a tutte le fasce d’età. – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Paola Felice, commentando la notizia dell’approvazione della richiesta di contributi effettuata dall’Amministrazione nei mesi scorsi – Campobasso Città che legge non è solo una qualifica conferita alla nostra città dal Centro per il libro e la lettura, ma è un indirizzo culturale e sociale ben preciso che stiamo perseguendo, consci delle difficoltà e dei nodi da sciogliere per rendere ancora più diffuso il sistema di sostegno e promozione a favore della lettura, dei libri e degli operatori professionali del settore che in vario modo operano sul nostro territorio.

Il contributo che abbiamo ottenuto per il secondo anno consecutivo per l’acquisto di libri per la nostra BiblioMediaTeca, al di là dell’entità e dell’importo, rappresenta un tassello di congiunzione tra i servizi offerti dalla biblioteca pubblica e la realtà commerciale locale, infatti, i fondi ottenuti dovranno essere spesi per acquistare libri presso le librerie territoriali. La BiblioMediaTeca potrà così incrementare ulteriormente il suo patrimonio librario, ricavando da questo contributo ottenuto ulteriori possibilità per scegliere in autonomia, come già giustamente accade regolarmente, nuovi titoli da proporre ai tanti utenti che vi si recano quotidianamente”.

Come stabilito dal decreto ministeriale, una volta ammessi al contributo, i soggetti beneficiari si impegnare e spendere l’intero importo riconosciuto, in tempo utile per effettuare la rendicontazione entro il 30 novembre 2021.