“Borbone bond”, da Castellino del Biferno progetto contro crisi economica

59

ducato castellino

Il valore del ducato è uguale all’euro ed è consegnato alle famiglie meno abbienti di Castellino del Biferno che possono utilizzare i “soldi” per la spesa alimentare nei negozi convenzionati con il Comune

CASTELLINO DEL BIFERNO – Contro la crisi economica da coronavirus e il disagio delle famiglie meno abbienti del paese, conia una moneta comunale: il ducato, riecheggiando Re Ferdinando II di Napoli ed è pronto a varare il “Borbone bond“.

Il progetto è del sindaco di Castellino del Biferno Enrico Fratangelo che ha distribuito nella piccola comunità molisana, 500 abitanti, le banconote plastificate: 20 e 50 ducati, con numeri progressivi raffiguranti immagini religiose con lo stemma del paese. In una c’è anche l’immagine dello stesso Fratangelo.

La moneta castellinese è stata adottata con decreto pubblicato lo scorso 17 aprile e fa seguito al regolamento comunale approvato nel 2018 il cui contenuto cita il regio decreto del 1831 del re di Napoli Ferdinando II. Il valore del ducato è uguale all’euro ed è consegnato alle famiglie meno abbienti di Castellino del Biferno che le utilizzano per la spesa alimentare nei negozi. Gli esercenti riconsegnano le banconote e ottengono il denaro corrispondente.

“Studio da circa 12 anni la moneta alternativa. I ducati vengono consegnati solo a chi ne ha necessità. E dopo le banconote locali, sono al lavoro per emettere i “Borboni bond”. Rappresentano degli incentivi a chi verrà in questo comune ad aprire un’attività che può essere zootecnica o ortofrutticola o altro. A costoro, il Comune restituirà attraverso i ducati, quindi i buoni spesa alimentari, l’esatta cifra degli interessi del mutuo contratto con la banca per insediare l’attività. Questo per dare slancio all’economia locale”. Le parole del primo cittadino Enrico Fratangelo.