Brindisernia, misure di sicurezza e prevenzione: ecco quali

41

Capodanno a Isernia con BrindIsernia

ISERNIA – Per assicurare il regolare svolgimento della manifestazione denominata «BrindIsernia», il sindaco Giacomo d’Apollonio ha disposto, con apposita ordinanza n. 287/2019, alcune misure di sicurezza e prevenzione, così come di seguito specificato:

1) lungo l’intero percorso interessato dalla manifestazione “Brindisernia” e, quindi, nel tratto compreso tra il corso Marcelli e la piazza Tedeschi, ivi comprese tutte le traverse e tutte le piazze del tratto medesimo:

  • è vietata la vendita di alcolici ed altre bevande in vetro ed in lattine dalle ore 20,00 del giorno 31 dicembre 2019 alle ore 03,00 del giorno successivo, per le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, anche in forma ambulante, per i distributori automatici, per gli esercenti dei pubblici esercizi, per i titolari degli esercizi di vicinato, per le medie strutture di vendita, per gli esercenti di vendita al dettaglio su area pubblica e privata, per i laboratori artigianali alimentari con annessa attività di vendita di bevande, nonché per gli operatori professionali e non professionali che esercitano attività di vendita e somministrazione su aree pubbliche anche a carattere temporaneo, per gli espositori artigianali, salvo che il consumo nei contenitori in vetro o in lattine avvenga all’interno dei locali;
  • negli stessi periodi di cui al precedente punto 1), è vietato portare a seguito, da parte di chiunque, bibite in bottiglie di vetro e/o lattine acquistate al di fuori dell’area perimetrata dalle vie e piazze suindicate in cui vige il divieto di vendita, o precedentemente agli orari indicati.

2) L’inosservanza dei precetti di cui ai punti precedenti è punita, impregiudicata la rilevanza penale per fatti costituenti reato, con la sanzione amministrativa pecuniaria determinata tra euro 25,00 ed euro 500,00.

L’ordinanza del sindaco si è resa necessaria per quanto contenuto nelle Circolari n. 555/OP/0001991/2017/1 e n. 11001/1/110/10 del 18/07/2018 del Ministero dell’Interno, che obbligano a qualificare, nell’ambito del processo di governo e gestione delle pubbliche manifestazioni, gli aspetti di safety al fine di garantire la sicurezza dei cittadini e dei turisti, e quelli di security quali i servizi di ordine e sicurezza pubblica.