Campobasso alla 25° Giornata della donazione di organi e tessuti

13

In vista della 25ma Giornata nazionale della donazione di organi e tessuti è in pieno svolgimento la campagna di sensibilizzazione promossa anche da Anci e dai sindaci dei comuni italiani

gravina unsiincomuneCAMPOBASSO – Anche il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, ha voluto dare il proprio contributo e la propria adesione alla campagna social che vede come protagonisti i sindaci dei comuni italiani, dai più grandi ai più piccoli, in vista della 25ma Giornata nazionale della donazione di organi e tessuti, che si celebra domenica 24 aprile.

“Campobasso è una città che fa delle scelte individuali il motore del benessere e del cambiamento collettivo. – ha detto il sindaco Gravina – Campobasso è #cittàdelSì perché in Comune, al rinnovo della Carta d’Identità, puoi dichiarare con un semplice “Sì” il consenso alla donazione di organi e tessuti”.

Una settimana di sensibilizzazione sulle reti Rai e uno spot radiofonico: sono le iniziative messe in campo da Centro nazionale trapianti e Ministero della Salute. Quest’anno la campagna nazionale “Donare è una scelta naturale” potrà contare sull’autorevole partnership dell’Anci e sul supporto di Rai per il Sociale, oltre alla costante collaborazione delle associazioni del volontariato di settore.

#UnSìInComune è il messaggio proposto ai cittadini per invitarli a dare il consenso alla donazione al momento del rinnovo della carta d’identità, ma ricordando anche che è possibile dire di sì subito online con la Spid attraverso l’Aido, l’Associazione italiana donatori organi. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.sceglididonare.it.

A livello nazionale il 2021 è stato un anno davvero positivo per la raccolta delle dichiarazioni di volontà alla donazione: i consensi sono saliti al 68,9%, ben tre punti in più rispetto allo scorso anno, con un indice del dono medio di 59,23/100 (rispetto al precedente 52,86): si tratta della percentuale di “sì” più alta mai raccolta in un anno da quando la registrazione avviene nelle anagrafi. Il calo dei “no” è distribuito in modo abbastanza uniforme su tutto il territorio nazionale, e anche se i risultati migliori vengono raggiunti dalle regioni del Nord, i consensi alla donazione sono in crescita anche nel Meridione. Ad oggi le dichiarazioni di volontà depositate nel Sistema informativo trapianti del Cnt sono 12,7 milioni: 9,2 milioni di sì e 3,5 milioni di no. In questo momento sono circa 8.500 le persone in lista d’attesa: nel 2021 sono stati effettuati 3.778 trapianti grazie a 1.725 donatori di organi.