Campobasso, approvati interventi per la messa in sicurezza: ecco quali

22

comune campobasso notte

La Giunta approva la progettazione esecutiva degli interventi per la messa in sicurezza del dissesto al versante nord-est del Monte Sant’Antonio (collina Monforte) della città di Campobasso

CAMPOBASSO – Nel Decreto Interministeriale emanato lo scorso 23 febbraio 2021, il Comune di Campobasso risultò assegnatario, dopo averne fatto tempestiva richiesta al Ministero dell’Interno, di contributi per investimenti relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio, così come prevedeva la legge del 30.12.2018 n. 145 che disciplinava l’assegnazione degli stessi contributi ai comuni. Al Comune di Campobasso sono stati così riconosciuti contributi pari a € 965.000,00 per il Consolidamento della Collina Monforte; un contributo pari a € 950.000,00 per risagomatura e consolidamento degli argini Torrente Scarrafone; un contributo pari a € 250.000,00 per consolidamento smottamento e canalizzazione delle acque di scorrimento superficiale strada Colle Leone (di sotto); un contributo pari a € 400.000,00 per la frana Contrada Macchie; € 500.000,00 per consolidamento frane S. Stefano presso canile e cimitero, e altri € 600.000,00 per consolidamento frana sul versante S. Stefano della Fondovalle “Rivolo”.

Dopo l’approvazione avvenuta in precedenza della progettazione esecutiva dei lavori per la frana a contrada Macchie e quella per il consolidamento smottamento e canalizzazione delle acque di scorrimento superficiale strada Colle Leone (di sotto), proprio in questi giorni, la Giunta, determinata nel dare risposte a questo genere di problematiche decisamente annose, con una propria Delibera, in linea con i tempi stabiliti per l’affidamento dei lavori, ha approvato anche la progettazione esecutiva degli interventi oggetto di contribuzione per quel che riguarda la “Messa in sicurezza del dissesto al versante nord-est del Monte Sant’Antonio (collina Monforte) della città di Campobasso (CB).

Sarà così possibile ora, per tutti questi progetti, procedere alle relative gare d’appalto.