Campobasso: il Comitato Regionale Molise della FIGC compie 25 anni

106

Campobasso: il Comitato Regionale Molise della FIGC compie 25 anni“25 anni fa, l’8 maggio 1992 in via colle delle Api a Campobasso veniva istituito il Comitato Regionale Molise della F.I.G.C”

CAMPOBASSO – Così inizia il discorso il Presidente della FIGC LND CR Molise, Piero Di Cristinzi, in occasione dei 25 anni dall’istituzione del Comitato Regionale Molise. Di seguito il suo discorso:

“Sembra ieri, ma guardando a ritroso è stata fatta molta strada ricca di eventi importanti che hanno lasciato un segno indelebile e hanno accompagnato in questi anni la crescita sostanziale di tutto il movimento calcistico regionale.

Pochi mesi fa, la federazione regionale è riuscita con determinazione a trasformare un sogno in realtà: la sede del C.R. Molise, di grande funzionalità che da un forte senso di appartenenza alle Società affiliate.

ASSEMBLEA COMITATO REGIONALE LND FIGC MOLISEPersonalmente ho vissuto con grande passione questo quarto di secolo. Mi corre l’obbligo ringraziare con affetto tutti coloro che a qualsiasi livello sia nell’attività dilettantistica sia nelle attività di settore giovanile hanno avuto un ruolo all’interno dell’ organizzazione calcistica regionale con cui ho condiviso momenti di gioia e anche qualche criticità, ma il mio abbraccio affettuoso e la stima profonda va ai tanti dirigenti delle Società che negli anni sono stati artefici della crescita della stessa F.I.G.C. non dimenticando il ruolo dei tecnici e dei calciatori nonché dell’organizzazione arbitrale che con l’autonomia ha avuto la possibilità di formare tanti giovani aprendo loro possibilità di traguardi notevoli.

Importante sostegno abbiamo ricevuto da parte della Regione Molise in particolare sul tema dell’impiantistica sportiva sostegno che anche attualmente ci viene riservato; da parte dei media che hanno dedicato sempre grande attenzione al nostro movimento e alle Forze dell’Ordine che hanno garantito con la loro presenza il corretto svolgimento delle nostre attività.

Certamente i 25 anni trascorsi devono rappresentare un punto di forza per ulteriori traguardi consapevoli che l’attività calcistica nella nostra regione rappresenta dal punto di vista sociale un importante punto di riferimento”.