Campobasso, due progetti ottengono finanziamento nell’ambito del Pnrr

40

comune campobasso illuminato

Riguardano il restauro e la valorizzazione di Villa De Capoa e il progetto di efficientamento energetico del cinema teatro Alphaville

CAMPOBASSO – Sono ben due i finanziamenti ottenuti nell’ambito del PNRR dal Comune di Campobasso e dei quali quest’oggi l’Amministrazione comunale del capoluogo di regione ha ricevuto comunicazione ufficiale. Si tratta di due progetti, intervento per il restauro e la valorizzazione della “Villa De Capoa” ed efficientamento energetico sul sistema integrato edificio/impianti del cinema teatro Alphaville in via Muricchio, sui quali la Giunta ha puntato decisamente forte riuscendo, già in fase progettuale, a impostare delle idee d’intervento che hanno convinto pienamente il Ministero della Cultura (MIC).

2.000.000,00 di euro è il finanziamento ottenuto con il progetto di intervento per il restauro e la valorizzazione della “Villa De Capoa” basato sul tema “Il Giardino Storico Villa De Capoa: tra biodiversità e socialità” che l’Amministrazione comunale ha presentato in partenariato con l’Università degli Studi del Molise, rispondendo all’Avviso Pubblico “Proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione di parchi e giardini storici” e che permetterà un rilancio in grande stile dell’intera Villa.

Il progetto punta alla riqualificazione e valorizzazione della biodiversità presente in un’ottica generale di restituzione alla comunità, ed in particolare ai giovani, di un luogo simbolo di Campobasso anche quale spazio di relax per un maggior benessere psico-fisico dei visitatori. La sinergia tra gli interventi proposti ne migliorerà la gestione garantendo una migliore sostenibilità economico-ambientale e una più efficiente manutenzione in grado di preservarne il valore nel tempo anche in relazione all’interesse storico-artistico meritevole di tutela, come riconosciuto dalla Soprintendenza del Molise. Sarà prevista l’attivazione di un sistema di monitoraggio della salute della componente verde in un’ottica di sostenibilità e nuovi impianti di irrigazione che miglioreranno la gestione e manutenzione della villa in conformità con le linee guida MIC-APGI. Inoltre, la sistemazione del muro, interventi sull’illuminazione e sull’accessibilità dei vialetti miglioreranno la sicurezza e l’accoglienza anche per i portatori di handicap motori e visivi, mentre il pericolo di incendio per l’elevata presenza di piante resinose verrà mitigato con la realizzazione di un nuovo impianto ad hoc.

Prevista anche la creazione di una kaffeehaus in stile Liberty con annesso centro visitatori e alcuni “vista point” che potranno aumentare la frequentazione e la fruizione della Villa. Il ripristino di due ingressi, oltre all’attuale, consentirà alla villa di trasformarsi in un attraente luogo di passaggio. La cartellonistica sarà leggibile anche da persone con qualche limitazione del visus. Nuovi spazi al coperto come appunto la kaffeehaus, potranno ospitare altre tipologie di eventi come mostre, presentazioni di libri, degustazioni eno-gastronomiche, etc..

Nel progetto è prevista anche la realizzazione di una mappa, cartacea e su app, con percorsi per valorizzarne gli aspetti storici, ambientali e culturali, come anche la realizzazione di corridoi e barriere ecologiche, le prime per migliorare la connessione fra le componenti naturali e semi-naturali dell’intorno urbano, le seconde per mitigare l’impatto visivo degli impianti sportivi attualmente collocati in un habitat degradato e ridurre gli impatti negativi (rumore e polvere) generati dalla rete stradale vicina. Quale centro funzionale della rete ecologica di Campobasso l’intervento proposto nel progetto prevede la ridefinizione delle volumetrie arboree per consentire le più idonee condizioni agronomiche per aumentare la sostenibilità dell’ecosistema. La creazione di un piccolo giardino botanico con l’introduzione della flora appenninica di pregio consentirà la diffusione delle conoscenze scientifiche su tali specie e stimolerà la capacità percettiva e sensoriale nei visitatori aumentando così l’attrattività del luogo. Le specie botaniche verranno illustrate grazie a percorsi leggibili con QRcode ed app anche per soggetti diversamente abili.

L’Amministrazione di Palazzo San Giorgio si è vista accettare anche il progetto presentato rispondendo all’Avviso Pubblico per le “Proposte di intervento per la promozione dell’ecoefficienza e riduzione dei consumi energetici nelle sale teatrali e nei cinema, pubblici e privati”, da finanziare sempre nell’ambito del PNRR. Infatti, ha ottenuto 200.000 euro per i lavori di efficientamento energetico sul sistema integrato edificio/impianti del cinema teatro Alphaville in via Muricchio. L’importo complessivo del progetto meritevole di finanziamento è pari ad euro 250.000,00 di cui l’80% finanziato come costi ammissibili con fondi PNRR e il restante 20%, per un importo pari ad euro 50.000, quale quota di co-finanziamento con fondi propri del Comune.

L’Amministrazione comunale di Campobasso, consapevole che i costi energetici legati al funzionamento degli edifici e dei servizi pubblici costituiscono gran parte delle spese gravanti sul bilancio comunale, intende con questo genere di interventi adoperarsi per effettuare azioni puntuali di efficientamento energetico sulle strutture pubbliche di propria competenza come lo è per l’appunto il Cinema Teatro Alphaville.

L’individuazione degli interventi messi in programma è scaturita da un’approfondita Diagnosi Energetica svolta sull’edificio comunale, la quale ha messo in luce le primarie necessità tenuto conto del tipo di utilizzo della struttura stessa. Grazie a questa analisi, condotta secondo le linee guida dell’ENEA ed in linea con quanto stabilito dalla UNI 11775: 2020 e dalla serie UNI CEI EN 16247, si è giunti a definire le migliori Opportunità di Risparmio Energetico (O.R.E). La realizzazione di almeno uno degli interventi migliorativi indicati in Diagnosi Energetica consentirà all’Amministrazione comunale di Campobasso di cumulare i finanziamenti offerti dallo Stato agli incentivi da Conto Termico 2.0, incrementando la possibilità di spesa e, conseguentemente, l’efficienza globale della struttura.