A Campobasso un finanziamento ministeriale contro le discriminazioni etnico-razziali

É il primo tra 25 comuni nella classifica stilata della Presidenza del Consiglio dei Ministri 

comune campobassoCAMPOBASSO – Campobasso è il primo tra i 25 Comuni vincitori di un finanziamento messo in palio dal Dipartimento per le Pari opportunità, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Si tratta di 200mila euro, complessivi per i 25 comuni, messi in palio per la promozione di azioni volte a favorire il contrasto a situazioni di discriminazione etnico-razziale attraverso la cultura, le arti e lo sport.

Il Comune di Campobasso ha sbaragliato la concorrenza con un progetto stilato insieme ad alcune scuole della città: l’Istituto Marconi, il Liceo Classico Mario Pagano, l’Istituto Pertini e il Liceo Galanti. Partner anche alcune associazioni che operano sul territorio: Dalla parte degli ultimi, Associazione Primo Marzo e ThisPlay.

Un progetto importante che ha convinto la commissione e che ha dunque permesso a Palazzo San Giorgio di piazzarsi in testa alla classifica delle 25 proposte ammesse al finanziamento e di poter ottenere circa 10mila euro per avviare diverse azioni utili ad arginare il fenomeno della discriminazione.

Saranno organizzati concorsi fotografici, giornate di sensibilizzazione nelle scuole, laboratori artistici e musicali. Attività che partiranno a gennaio per arrivare pronti alla XIII settimana contro il razzismo, promossa dall’Unar, che va dal 20 al 26 di marzo.

Un grande successo per il Comune di Campobasso che avrà modo di avviare quanto necessario a creare quella cultura del rispetto e della tolleranza, tematiche particolarmente care all’amministrazione guidata dal sindaco Battista.