Campobasso, intervento per riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie

14

Al via a Campobasso i lavori di risanamento ambientale impianti fognari e regimentazioni delle acque

lavori fogne campobassoCAMPOBASSO – Sono in corso i lavori previsti dal progetto di risanamento ambientale impianti fognari e regimentazioni delle acque rientranti nel programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie. L’importo totale dei lavori ammonta a € 2.274.109,00 e la durata è di circa nove mesi.

“Questa Amministrazione – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Amorosa, – ha individuato 4 aree di intervento progettuale poste su altrettante quattro vie cittadine: Strada Comunale Santa Maria de Foras, nei pressi di rione S. Vito, via Marconi, via Roma e via Zara”.

Principalmente i lavori riguardano il ripristino dei collettori fognari di fognatura mista e nel caso di S.Vito è prevista la realizzazione di una nuova tratta di collegamento, ovviamente con l’aggiunta di tutti i lavori consequenziali.

“Da tempo – ha detto Amorosa – alcuni cittadini di via Marconi avevano denunciato infiltrazioni nei propri fabbricati ed in seguito alle video ispezioni è stato accertato che la fognatura, realizzata in muratura di sezione ovoidale, presentava delle criticità non di poco conto. Infatti, i problemi idraulici sono dovuti alla presenza di materiale sul fondo e problemi strutturali sulle pareti e sulla copertura, causati da diversi dissesti principalmente nei giunti, lesioni, distacco dei mattoni, che comportano infiltrazioni di acqua verso il terreno e, di conseguenza, nelle fondazioni dei fabbricati circostanti.

I lavori principali previsti in Via Marconi – ha detto l’assessore entrando più nello specifico – sono di risanamento del cunicolo e richiederanno la rimozione e catalogazione della pavimentazione della carreggiata stradale in basoli di pietra lavica, secondo diversi criteri e la successiva ricostruzione della stessa senza interventi sulle parti pedonali. Ai fini della preservazione dell’elevato contesto storico urbano dell’area di intervento, la demolizione e ricostituzione della pavimentazione stradale sarà realizzata con materiali esistenti di pietra lavica e, con integrazione di quella mancante, come sezione trasversale è a schiena d’asino e disposte a spina di pesce. Sarà demolita la volta del cunicolo di sezione ovoidale per il consolidamento statico delle pareti, con applicazione di malta cementizia bicomponente fibrorinforzata antiacida per l’impermeabilizzazione.

Su via Roma – ha continuato Amorosa – avverrà la rimozione e catalogazione della pavimentazione stradale in basoli di pietra lavica per una larghezza massima di 2 m. Sostituzione del cunicolo fognario di sezione rettangolare 600 x 800 strutturalmente compromesso e idraulicamente inadeguato, con tubo in calcestruzzo vibrocompresso DN 800, rivestito internamente con resina epossidica, oltre ad altre opere secondarie. Questi lavori sonno stati iniziati da qualche giorno”.

Per quando riguarda il tratto di Via Zara, per consentire la disostruzione di un allaccio, sarà sostituito un pozzetto di sezione insufficiente atto a garantire l’ingresso agli operatori, con uno in cemento vibrocompresso prefabbricato di dimensioni interne adeguate.

Altra zona sulla quale si sta intervenendo con i lavori di risanamento ambientale impianti fognari e regimentazioni delle acque è rione San Vito.

“Più volte nel corso degli anni gli abitanti di contrada San Vito hanno sollecitato affinché vi fosse la realizzazione di un tratto di fognatura che collegasse quella già esistente a monte, appena dopo Fontana Nuova, e a valle per una lunghezza di mt 325. – ha detto in conclusione l’assessore – Ora con questi lavori viene posta in essere una tubazione in polietilene del diametro di 50 cm, pozzetti di ispezioni con chiusini in ghisa e il rifacimento del pacchetto stradale. Questi ultimi lavori sono stati già realizzati manca solo il rispristino della pavimentazione stradale”.